Visita in Comune del sindaco di Spalato. Mancinelli sulla scomparsa di Maurizio Cesarini: ''Vicina alla famiglia''

3' di lettura Ancona 27/01/2020 - Questa mattina il Sindaco Valeria Mancinelli ha ricevuto la visita del sindaco di Spalato, Andro Krstulovic Opara, accompagnato dal responsabile delle Relazioni internazionale e dell'Ufficio di Gabinetto, Nikola Aleksic.

Un incontro estremamente gradito, dato il forte e antico legame che unisce le due città affacciate sull'Adriatico, sancito dal gemellaggio che le lega dal 15 luglio 1970 (firmatari i sindaco Trifogli e Milcic). E' da Ancona, peraltro, che è scaturita l'omonima carta attraverso la quale- dopo la drammatica guerra nei Balcani- i Paesi delle due coste si sono impegnati a favorire azioni di pace e mutua cooperazione.

Un documento che sancisce i principi e gli obiettivi del Forum delle Città dell'Adriatico e dello Ionio, istituzione che ha contribuito a rinsaldare il legame tra i due centri, che vantano un ruolo strategico al centro dell'Adriatico. Nel riconfermare il vincolo di amicizia, i due sindaci si sono confrontati sulle risorse e sulle prospettive comuni, principalmente legate all'attività del Porto e dei collegamenti marittimi e non solo, senza nascondere le criticità esistenti relative a costi, frequenze e orari dei traghetti, riproponendosi di approfondire la materia nel confronto con gli operatori economici.

Al termine dell'incontro, il tradizionale scambio di doni di libri e oggetti legati a cultura e artigianato locali e l'invito del Sindaco di Spalato alla sindaca di Ancona di partecipare alla festa del patrono di Spalato, San Doimo, che cade il 7 maggio. Prima di proseguire verso la Regione Marche, dove era atteso per un altro incontro, il sindaco Opara ha espresso il desiderio di salutare i consiglieri comunali, riuniti in seduta nella sala adiacente, ribadendo l'amicizia e l' auspicio di un incremento degli scambi e della reciproca conoscenza tra le due comunità con il coinvolgimento delle giovani generazioni.

All'inizio della seduta consiliare, questa mattina, la presidente Susanna Dini ha invitato i presenti ad un minuto di silenzio in ricordo di Maurizio Cesarini, già presidente del consiglio comunale, scomparso ieri in circostanze improvvise.

La sindaca Valeria Mancinelli ha espresso così il suo cordoglio per la scomparsa di Cesarini: "Ho appreso con sconcerto e dolore dell'improvvisa scomparsa in circostanze drammatiche di Maurizio Cesarini, già assessore comunale e presidente del consiglio comunale di Ancona. Sono vicina alla famiglia in questo momento di profondo sconforto e mi associo al cordoglio della comunità politica e non solo per la perdita di una persona stimata, capace e corretta, che ha fatto dei suoi principi e del suo impegno per la collettività una ragione di vita, contribuendo alla crescita di questa città. Lo ricorderemo con stima e gratitudine e faremo tesoro del suo impegno e del suo esempio".

A seguire, ha invitato la presidente della Comunità ebraica, Manuela Russi, intervenuta per l'occasione, ad una riflessione della Giornata della Memoria, che cade lunedì 27 gennaio. La presidente Russi ha ricordato la persecuzione e la sorte tragica subita, a seguito dell'emanazione delle leggi razziali, dalle persone di religione ebraica, parte integrante del tessuto civile, sociale ed economico cittadino di Ancona, e del dovere morale della comunità di riconoscere le colpe e le mancanze nei loro confronti e di combattere ogni recrudescenza dell'antisemitismo in tutte le sue forme.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-01-2020 alle 14:41 sul giornale del 28 gennaio 2020 - 624 letture

In questo articolo si parla di attualità, politica, ancona, comune di ancona, spalato, valeria mancinelli, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bfyK