M5S: ''Fuliggine sotto il tappeto: l’Arpam ritarda, l'Autorità Portuale tace e il Sindaco...dorme''

1' di lettura Ancona 11/02/2020 - Qualcuno forse ricorderà che il 5 dicembre scorso dal Porto di Ancona si alzò una colonna di fumo e nel centro della città “piovve” fuliggine.

Nonostante le rassicurazioni del direttore dell’Arpam sulla “celere” verifica del materiale “piovuto”, i risultati delle analisi sono arrivati il 27 gennaio scorso e nessuna informazione, al proposito, è stata data alla cittadinanza. Noi abbiamo appreso lunedì 10 febbraio, nel corso della V Commissione consiliare convocata per parlare del Porto (e del Bleu Agreement scaduto) che i risultati erano arrivati e che è stata certificata la massima pericolosità del materiale disperso nell’ambiente in occasione dell’"incidente" occorso al generatore della motonave Mykonos Palace il 5 dicembre 2019.

È sicuramente vero che avvisare la popolazione due mesi dopo l’accaduto serve a poco, tant’è che non è stata data alcuna notizia dell’esito delle indagini, ma riteniamo sarebbe servito che, nel dubbio e in base ad un elementare principio di precauzione, la popolazione, che più direttamente ha subito gli effetti dell’"incidente", fosse avvisata Tempestivamente sul come trattare la “polvere nera”.

Cosa che non è avvenuta tanto che ognuno si è organizzato da sé, senza alcuna precauzione per trattare, si ripete, materiale altamente pericoloso. Ovviamente il Sindaco, responsabile della salute pubblica cittadina, se c’era...dormiva. L'Ammiraglio Moretti ci ha comunicato che è stata trasmessa informativa alla Procura della Repubblica per verificare eventuale ipotesi di reato.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-02-2020 alle 17:48 sul giornale del 12 febbraio 2020 - 1085 letture

In questo articolo si parla di politica, porto di ancona, Gruppo Consiliare M5S Ancona, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bgaR





logoEV
logoEV