Polenta: “Obiettivo differenziata 65%”. Si punta su foto trappole e e contenitori con chiave per raggiungere il target

4' di lettura Ancona 28/02/2020 - 100 furbetti della differenziata colti in fragrante dalle foto trappole. In arrivo 300 contenitori dell'indifferenziata con la serratura in 45 vie di Ancona. I rifiuti non verranno ritirati per 24 ore se si sbaglia la differenziata. Polenta: “Sensibilizziamo gli studenti fuori sede”

L'obiettivo da raggiungere è quello del 65% di raccolta differenziata imposto dalla normativa europea. Ancona sembra ancora distante dal target con il suo 58%, ma l'amministratore delegato di AnconAmbiente Roberto Rubegni afferma: “è più vicino di quanto pensi, serve solo un piccolo salto di qualità, con la collaborazione dei cittadini”. Il piccolo salto riguarda innanzitutto quello dello smaltimento dell'umido, che più di ogni altro viene scorrettamente conferito nei contenitori dell'indifferenziata, ma la macchina del Comune, della Polizia Locale e di ATA – AnconAmbiente è in moto per alzare gli standar di eco sostenibilità di Ancona.

Ad esporre la strategia l'Assessore all'ambiente Michele Polenta. La prima iniziativa quella appunto di sostituire gli attuali contenitori dell'indifferenziata di 45 vie di Ancona con dei contenitori apribili esclusivamente con una chiave in possesso dei residenti. I contenitori faranno riferimento ai condomini, con i rappresentanti del quali l'amministrazione è già entrata in contatto. In tale maniera i cittadini verranno responsabilizzati nel conferimento dei rifiuti indifferenziati, riconducibili esclusivamente allo stabile di competenza. In caso di un errato conferimento la spazzatura potrebbe non essere ritirata dal personale di AnconAmbiente, che segnalerebbe con un adesivo lo scorretto smaltimento dei rifiuti, posticipandone di 24 ore la raccolta. “Quello del corretto smaltimento dei rifiuti è un argomento che interessa tutta la cittadinanza” spiega l'Assessore all'ambiente Polenta “Smaltire l'indifferenziata è il costo più alto da sostenere per il servizio. Migliorare sensibilmente il corretto conferimento dei rifiuti permetterebbe in futuro anche un abbassamento della TARI”.

Si prepara anche per l'estate 2020 l'ordinanza Plastic Free, che sarà estesa a tutto il territorio (nel 2019 interessava solo locali in prossimità della costa) e che promette di essere fatta rispettare da controlli più stringenti da parte della Polizia Locale, schierata in prima linea nella lotta ai furbetti dell'indifferenziata. Sono infatti gli uomini del Comandante Rovaldi a far rispettare le regole del conferimento dei rifiuti e in particolare a contrastare il fenomeno dell'abbandono dei rifiuti. Grazie al posizionamento di foto trappole in punti sensibili gli Agenti hanno individuato 100 furbetti, che abbandonavano la loro immondizia o la smaltivano scorrettamente in contenitori lontani dalle proprie abitazioni. “la nostra squadra è molto motivata” spiega il Comandante Rovaldi “in un anno sono stati visionati circa 950 mila fotogrammi per individuare 100 infrazioni grazie al numero di targa. Sono state individuate anche 71 persone provenienti da altri comuni che conferivano i loro rifiuti presso quello di Ancona”. In caso di ammenda la sanzione amministrativa per i cittadini è di 154€ per l'errato conferimento dei rifiuti, si tratta invece di reato penale se a commettere l'infrazione è un'azienda e la notizia di reato viene quindi riferita alla Procura.

Infine sarà attiva dal mese di Maggio la raccolta porta a porta presso le frazioni di Ancona. Il servizio inizierà in quelle di Varano e Montacuto, per estendersi poi al Poggio e alla strada del Conero. In progettazione di portare il servizio anche nelle frazioni a nord di Ancona.

Prima risorsa per migliora la percentuale di rifiuti riciclati rimane però l'informazione. Ad disposizione dei cittadini l'APP Junker con utili informazioni su come e dove smaltire i propri rifiuti e con la possibilità di eseguire segnalazioni ad AnconAmbiente. Continuano inoltre gli incontri con le scuole e i più giovani (spesso i primi nella crociata ambientale). Segmento non raggiunto secondo l'assessore Polenta però è quello degli universitari “Manca forse tra gli studenti fuori sede una responsabilità assoluta nel conferimento dei rifiuti fatto forse un po' distrattamente. Stiamo già attivando una campagna di sensibilizzazione in collaborazione dell'Università”.

ELENCO VIE CON CONTENITORE DIFFERENZIATO CON SERRATURA

Chiesa, Cadore, Battisti, Montegrappa, Zara, Corridoni, Baracca, Panoramica, Thaon de Revel, Santa Margherita, Montesanto, Volterra, Friuli, Redipuglia-Villa Almagià, Oslavia, Rovereto, Rodi, Rodi-Pincio, Tommasi, Veneto, Isonzo, San Michele, Tagliamento, Asiago, Martiri della Resistenza, Duomo, Ospizio, Scosciacavalli, Cardeto, Goito, Martelli, Indipendenza, Villarey, Volturno, Martelli, Belvedere, Orsini, Vanvitelli, Bovio, Vallemiano


di  Filippo Alfieri
redazione@vivereancona.it





Questo è un articolo pubblicato il 28-02-2020 alle 18:48 sul giornale del 29 febbraio 2020 - 1127 letture

In questo articolo si parla di attualità, ancona, articolo, Filippo Alfieri

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bgUv





logoEV
logoEV