contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > POLITICA
comunicato stampa

Falconara: Federici (Italia Viva) "Sversamenti a ripetizione a Falconara"

3' di lettura
2610

franco federici
La stagione balneare è iniziata in modo disastroso a Falconara, tanto che dopo 12 giorni non c’è stato un solo giorno di balneabilità delle acque marine. Dopo le ordinanze di divieto di balneazione del 30 maggio, del 5 e 8 giugno i falconaresi non hanno mai potuto fare il bagno, anche se qualche indisciplinato c’è stato e gli organi di controllo hanno fatto finta di non vedere, in un periodo in cui si parla tanto di “sanificazione”.

Questo è il frutto di uno stato di rassegnazione della Giunta Comunale e di un assordante silenzio degli stessi operatori balneari, che tanto si adoperano per tirare a lucido la spiaggia. La vicenda della bonifica del litorale e dell’adeguamento della rete fognaria sta assumendo aspetti sempre più grotteschi. Il Sindaco Signorini, d’intesa con il Comune di Ancona, ha accolto senza colpo ferire i progetti predisposti dal gestore Viva Servizi che prevedono opere per 22 milioni di euro, divise in tre lotti, uno per Palombina-Collemarino, uno per il collettore di gronda nella parte alta di Falconara ed un altro per le vasche di prima pioggia della nostra città. La criticità è nei tempi di realizzazione previsti che sono di 8 anni,di cui 5 per le progettazioni e 3 per le realizzazioni, ricordando che in otto anni si è costruita l’autostrada del sole! Tempi così dilatati non trovano alcuna plausibile giustificazione nella tipologia delle opere da realizzare, non certo complesse, che potrebbero essere progettate in pochi mesi. Tra l’altro è emerso in modo inconfutabile che si è aspettato inutilmente 15 anni, tra studi ed approfondimenti, per prevedere le stesse vasche di prima pioggia già contenute nel lontano progetto del 2005, addirittura localizzate negli stessi siti, con l’unica novità del collettore di gronda che dovrebbe lavorare, in massima parte, a caduta dei reflui.

Si continua a tergiversare e nascondere la verità sui tempi così lunghi, per il solo fatto che i 22 milioni al momento non ci sono. Per fare presto occorre trovare finanziamenti europei che ancora non si vedono, altrimenti, per legge, le coperture per gli investimenti devono essere assicurate dalla tariffa del servizio idrico integrato di Viva Servizi S.p.A. La prova che si sta perdendo tempo e si procede a passo di lumaca, è data dal fatto che Viva Servizi con delibera n. 79 del 25/9/2019, ha approvato lo studio e il disciplinare di gara per l’affidamento delle progettazioni dei tre lotti di lavori, ma a tutt’oggi a distanza di nove mesi, non sono state ancora affidate le progettazioni risultando, a tutt’oggi, l’aggiudicazione provvisoria del solo lotto di Palombina-Collemarino. Questo è lo stato dei fatti che la Giunta di Falconara sottovaluta e accetta senza battere ciglio, anche se il nostro Comune, per importanza, è il terzo socio di Viva Servizi.

Il nostro litorale è una risorsa fondamentale per l’economia della città e non può continuare ad essere trattato in questo modo. La città evidenzia continui segni di declino, gli abitanti sono diminuiti negli ultimi quattro anni di 703 unità, ed anche gli esercizi commerciali, nello stesso periodo, si sono ridotti di 58 unità. La Giunta, anziché assumersi le proprie responsabilità, continua a cullarsi sui social e soprattutto il Sindaco Signorini è attento esclusivamente alla visibilità attraverso i canali social con una comunicazione invadente che tende a scaricare le proprie colpe, in modo maldestro, su altri livelli istituzionali o sulle precedenti amministrazioni di centro-sinistra, dimenticando che a Falconara sono 12 anni che governa l’amministrazione di centro-destra. Il tempo come sempre è galantuomo ed i fatti alla lunga conteranno più delle parole.



franco federici

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-06-2020 alle 11:43 sul giornale del 15 giugno 2020 - 2610 letture