Ancona celebra il suo legame con Papa Giovanni Paolo II con la ricorrenza dei 100 anni dalla nascita di Karol Wojtyla

4' di lettura Ancona 19/07/2020 - Una serie di eventi proposti dalla associazione Ankon nostra per celebrare i 100 anni dalla nascita di Korol Wojtyla e il suo legame con la città di Ancona

“La nostra iniziativa, inserita nel calendario delle celebrazioni in diversi Paesi del Mondo per il Centenario della nascita di San Giovanni Paolo II, è stata ideata ad ottobre 2019 e si svolge da sabato 18 luglio a domenica 2 agosto” spiega Daniele Ballanti, presidente dell'associazione Ankon nostra, promotrice dell'iniziativa con in collaborazione con l’Arcidiocesi di Ancona-Osimo, il Comune di Ancona e l'Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Centrale, con il Patrocinio della Regione Marche, la Partecipazione della Capitaneria di Porto di Ancona, le Opere Caritative Francescane e il sostegno di Confartigianato Ancona e Pesaro-Urbino – ANCOS e Copyemme tipografia e grafica “Si articola in una commemorazione al Porto, la “scopertura della targa toponomastica per il Largo intitolato al Santo, un convegno nella Cattedrale di San Ciriaco e una S. Messa con inaugurazione mostra presso la Chiesa di Santa Maria della Piazza”.

Così Ancona riscopre il suo legame con il Papa pellegrino, che tante volte decise di visitare le Marche, Ancona e il Santuario di Loreto. Legame indimenticato che traspare dalle parole dei partecipanti al Convegno nella Cattedrale di San Ciriaco, seguito alla scopertura di un cartello toponomastico: “Largo San Giovanni Paolo II – Piazzale Duomo” nel sagrato di San Ciriaco. La Cattedrale offre il consueto raccoglimento spirituale, nonostante l'odore di disinfettante ventuto a sostituire quello d'incenso e la distanza sicurezza imposta dalle norme anticovid.

Presenti al convegno cittadini, cariche civili e religiose accolte dal Vescovo Spina, con una particolare rappresentanza del porto, nel quale più volte venne Giovanni Paolo II, tutti accolti dalle parole del Presidente di Ankon nostra Daniele Ballanti. In occasione delle celebrazioni organizzata da Ankon nostra anche una raccolta fondi per l'Associazione Opere Caritative Francescane ONLUS e Coordinamento italiano case alloggio HIV/AIDS.

Presente a rappresentanza del Comune l'Assessore alla Cultura Paolo Marasca: “Ringraziamento Ankon nostra per averci dato l'opportunità di incontrarsi e vivere un convegno all'interno di un grande luogo di fede ma anche di grandissima bellezza. Passaggio di un pontefice lascia un segno su un territorio e una città. Un Pontefice rimasto nel cuore dei fedeli e del mondo laico”.

A rappresentare la Regione il responsabile della segreteria del Presidente Fabio Sturani “Essendo allora Sindaco Accolsi il Santo Papa quando venne nel nostro territorio. Ricordo il suo arrivo al porto, come la liturgia dell'incontro di popolo allo stadio del Conero. Un legame forte che come città e regione vogliamo mantenere. Ricordo gli incontri personali con il Santo Padre che mi porterò per sempre dentro”.

Ripercorre la difficile storia di Karol Wojtyla l'Arcivesco Angelo Spina: “Visse in un tempo difficile e tormentato fu papa in anni complicati come quello della seconda metà del 900 e i primi anni del 2000. Vocazione è sempre misteriosa. Ognuno di noi è scelto e amato, questo fa di ogni uomo un capolavoro. La difficile storia di Karol è fatta di sofferenza e perdite, ma si scriveva anche un'altra storia che sarebbe emersa a tutti gli uomini del mondo, testimoniata dalle parole con cui inauguròil suo papato "Non abbiate paura! Aprite, anzi, spalancate le porte a Cristo! Alla sua salvatrice potestà aprite i confini degli Stati, i sistemi economici come quelli politici, i vasti campi di cultura, di civiltà, di sviluppo. Non abbiate paura! Cristo sa “cosa è dentro l’uomo”. Solo lui lo sa!”

A intervenire nel corso dell'evento anche il Giancarlo Galeazzi, Direttore dell’Ufficio pastorale diocesano per la cultura, docente emerito di filosofia all’Istituto teologico marchigiano, Marcello Bedeschi, Past-Presidente della Fondazione “Giovanni Paolo II per i giovani”, Sua Ecc. Mons. Renato Boccardo, Arcivescovo di Spoleto-Norcia,Luca Saracini, Direttore Generale Associazione Opere Caritative Francescane ONLUS e Coordinamento italiano case alloggio HIV/AIDS, Vincenzo Varagona, giornalista RAI “sede regionale delle Marche, con la moderazione di Marino Cesaroni direttore del quindicinale diocesano Presenza.

Seguiranno altre iniziative per celebrare e ricordare la figura di Papa Giovanni Paolo II sempre nel contesto della manifestazione ideata da Ankon nostra.


di  Filippo Alfieri
redazione@vivereancona.it







Questo è un articolo pubblicato il 19-07-2020 alle 23:37 sul giornale del 20 luglio 2020 - 495 letture

In questo articolo si parla di cultura, ancona, articolo, Filippo Alfieri

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bq3X