Franco Corelli, Ancona celebra il centenario del suo grande artista

3' di lettura Ancona 07/04/2021 - Franco Corelli, artista di fama e grandezza internazionale che ha reso Ancona celebre nel mondo, nasceva nel 1921.

Nel 2021 cade dunque, il centenario della sua nascita e il Comune di Ancona ha deciso di celebrarlo con una serie di iniziative all'altezza. Nato e vissuto nel quartiere Archi, atleta della SEF Stamura, indimenticato e amato artista, da molti considerato il più grande tenore di tutti i tempi, Corelli è radicato nel popolo anconetano e al tempo stesso ricordato e celebrato sui maggiori palcoscenici del mondo. Per questo, Ancona lo celebra sia ricordandone il legame con la città e le realtà del territorio, sia dando testimonianza dell'importanza che egli ha avuto e ha tuttora fuori da Ancona, dalle Marche, dall'Italia.

“Non è facile, in un anno terribile come questo, programmare una celebrazione di tale importanza. Molti, altrove, hanno rinunciato a parlare di ricorrenze e anniversari. Ma noi siamo andati avanti, grazie anche alla tenacia di alcuni protagonisti della vita musicale e culturale della città” introduce le iniziative l'assessore alla Cultura Paolo Marasca. “Franco Corelli” afferma il Sindaco Valeria Mancinelli “è uno dei simboli della nostra città. Per la sua straordinaria carriera, certo, ma anche per la capacità di incidersi nella memoria di tutti gli anconetani. Il nostro Teatro, a lui intitolato, è solo uno dei luoghi che ci permette di tenerne viva la memoria. Ascoltarne la voce è un'esperienza emozionante, e, in questo anno così pieno di problemi, vorremmo farla arrivare a tante e a tanti concittadini, in tutta la sua forza e bellezza, perché forza e bellezza ci servono come non mai.”

Fa di nuovo eco l'assessore alla cultura: “Vista l'impossibilità di programmare un evento all'altezza nel giorno esatto del centenario, l'8 aprile, abbiamo deciso di lavorare per la fine del periodo estivo, e di creare un grande contenitore Corelli21 che includesse una serie di iniziative, tra le quali la Stagione Lirica della Fondazione Teatro delle Muse. L'8 aprile ci sarà, comunque, un'anteprima, organizzata dal Museo Tattile Statale Omero on-line, con una conferenza del critico musicale Fabio Brisighelli che potrà essere vista sul canale Youtube del Museo".

Il programma Corelli21 vede la partecipazione di: Comune di Ancona, Fondazione Teatro delle Muse, Marche Teatro, Coro Lirico Vincenzo Bellini, Museo Tattile Statale Omero, Associazione Amici della Lirica, Associazione Amici del Teatro, Accademia d'Arte Lirica di Osimo. La Direzione Artistica è affidata a Vincenzo De Vivo, direttore artistico della Fondazione Teatro delle Muse. Gli eventi avranno luogo alla Mole Vanvitelliana.

“La scelta della Mole è legata alla necessità di essere pronti a qualsivoglia emergenza socio-sanitaria. Il nostro Teatro, il più grande delle Marche e uno dei più grandi d'Italia, sta soffrendo questo terribile periodo, ma dobbiamo ricordare che Ancona è una città che produce lirica, e ha bisogno, per farlo, di certezze che al momento non può avere. La Mole, quindi, offre ospitalità al mondo della lirica, e la direzione artistica di Vincenzo De Vivo garantisce, come lo scorso anno, una stagione importante che, nel 2021, è arricchita dalle celebrazioni di Corelli. Non bisogna, poi, dimenticare la suggestione di ospitare alla Mole il ricordo di Franco Corelli, cresciuto nel quartiere degli Archi e, anche, atleta premiato della SEF Stamura. Un po' un ritorno a casa.”






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-04-2021 alle 16:52 sul giornale del 08 aprile 2021 - 604 letture

In questo articolo si parla di attualità, ancona, comune di ancona, franco corelli, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bWnG





logoEV