Falconara, Federici (IV) sulla piscina comunale: "Promesse mancate e tanti atti inutili"

5' di lettura Ancona 16/04/2021 - Le procedure per rifare la copertura della piscina comunale ammalorata ed in precarie condizioni di conservazione, sono iniziate nel lontano mese di settembre 2017 e da allora ad oggi sono stati prodotti la bellezza di 21 atti amministrativi (2 delibere del Consiglio Comunale, 7 delibere di Giunta e 12 determine dirigenziali).

E’ la prova lampante del pressappochismo e dell’ improvvisazione della Giunta di Falconara ed in particolare del suo Assessore ai LL.PP. Barchiesi, a gestire interventi, non particolarmente complessi, nel campo delle ristrutturazioni e del recupero di impianti comunali. All’interno degli atti approvati si trova di tutto: incarichi di progettazione assegnati e poi annullati, ipotesi di soluzioni tecniche cambiate tre volte, affidamento di incarico di progettazione ed esecuzione dell’opera ad una ditta a seguito di bando pubblico per un tipo di soluzione poi modificata radicalmente su proposta della stessa ditta assegnataria.

Per stare ai fatti basta fare riferimento ad alcuni atti significativi che hanno scandito i vari passaggi.

1 – Con determina dirigenziale n.968 del 7/9/2017, viene affidato l’incarico di progettazione e fattibilità tecnica all’Ing. M. Stacchiotti di Jesi, con un impegno di spesa di € 2.727,00. Allo stesso tecnico, con atto a parte nel 2018, viene anche affidato l’incarico di progettazione e restauro della palazzina servizi e della vasca piccola della piscina.

2 – Successivamente, senza alcun nesso logico con il primo incarico, con delibera di Giunta n. 336 del 12/9/2019, si approva un atto di indirizzo per l’affidamento della progettazione dell’intervento “Rifacimento della copertura della piscina comunale” per un importo complessivo di € 685.000,00.

3 – A seguito dello svolgimento delle procedure del bando e disciplinare di gara, con determina dirigenziale n. 291 del 7/4/2020, viene assegnato l’incarico di progettazione definitiva ed esecutiva ad un raggruppamento di tecnici avente come capofila l’Ing. G. Tittarelli di Jesi per una spesa di € 50.971,00 (ribasso del 45,75 %). La progettazione si intendeva con struttura portante in acciaio e pannelli sandwich o travi in legno.

4 – Dopo appena tre mesi, a seguito di un sopralluogo congiunto dei tecnici con il rappresentante della Società Nuova Sportiva che gestisce l’impianto, con delibera di Giunta n. 241 del 23/7/2020, si ribalta completamente l’impostazione optando per la copertura in struttura pressostatica, con limitazione di capienza pari a 50 persone, e un quadro finanziario di € 270.000,00 (1° stralcio di € 110.000,00 per le demolizioni; 2° stralcio di € 160.000,00 per il pallone pressostatico). Scelta motivata dalla brevità dei tempi di realizzazione e dai costi ridotti.

5 – Con determina dirigenziale n.1251 del 18/11/2020, dopo le fasi di preparazione progettuale ed amministrativa, a seguito di una richiesta di manifestazione di interesse rivolta agli operatori economici iscritti all’albo fornitori andata deserta, si è passati ad un’ indagine di mercato che ha individuato nella ditta EVOLPLEY s.r.l. di Bergamo (in raggruppamento con la ditta Bettinelli Lorenzo), attrezzata per la realizzazione di coperture pressostatiche, la disponibilità ad assumere l’affidamento dell’appalto.

6 – Successivamente a tale affidamento, ci si accorge che manca il parere dell’ASUR come previsto da una delibera Regionale. Con lettera del 1/12/2020 il Dipartimento di Prevenzione dell’ASUR comunica il parere negativo al progetto di copertura pressostatica della piscina in quanto “non verrebbero garantiti i requisiti igienico ambientali”.

7 – Il fatto nuovo che doveva essere propedeutico all’impostazione progettuale ed agli affidamenti successivi, trova l’Amministrazione Comunale impreparata non sapendo più come uscirne. Chiede allora alla Soc. EVOLPLAY, assegnataria della progettazione e realizzazione dell’opera, di indicare le soluzioni tecniche per superare i rilievi dell’ASUR ed il limite massimo di capienza della piscina di 50 persone.

8 – La Soc. EVOLPLAY, dopo appena sei giorni, riscontra la richiesta del Comune proponendo, per superare tutti gli ostacoli normativi, di: a) Modificare l’impostazione progettuale del pallone pressostatico, sostituendola con un telo in PVC e 9 archi in legno lamellare di sostegno per un costo complessivo di € 149.000,00. b) Modificare l’impianto di generazione dell’aria per una spesa di € 30.000,00 . Sulla base di tali indicazioni la Giunta Comunale, con delibera n.6 del 12/1/2021, approva prima l’atto di indirizzo in tal senso e poi con delibera n. 61 del 4/3/2021 il progetto esecutivo.

La cronistoria di tutta la vicenda per la sostituzione della copertura della Piscina Comunale, non ancora conclusa, è la dimostrazione palese che:

• L’attuale Giunta Comunale ed il suo Assessore ai LL.PP. non sono in grado, per superficialità ed inesperienza, di gestire interventi di recupero e ristrutturazione di impianti e beni comunali. Calza in questo caso il detto “dilettanti allo sbaraglio”.

• Le promesse fatte, per motivare il cambio di progetto, di velocizzare l’intervento ed aprire la piscina nel corrente mese di aprile (che slitterà di sicuro in autunno) e di ridurre i costi (che supereranno abbondantemente quanto preventivato) sono clamorosamente smentite dai fatti.

• Le procedure seguite sono confuse ed illegittime in quanto il cambio di progetto (archi in legno lamellare e telo in PVC) ad affidamento avvenuto per un pallone pressostatico, richiedevano un nuovo bando pubblico e non una semplice trattativa privata con la ditta assegnataria di un appalto completamente diverso.

• La conclusione di questa triste vicenda vedrà Falconara impoverita e penalizzata, tanto che al posto di una piscina di ottimo livello, fiore all’occhiello della città per oltre 40 anni, si ritroverà una struttura ridimensionata, precaria e poco funzionale. Il Sindaco si convinca, una buona volta, di sostituire almeno il suo Assessore ai LL.PP.


da Franco Federici
    Capogruppo Italia Viva





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-04-2021 alle 13:44 sul giornale del 17 aprile 2021 - 731 letture

In questo articolo si parla di politica, falconara marittima, franco federici, italia viva, comunicato stampa, capogruppo italia viva falconara marittima

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bXRu