Falconara, Federici (IV): "La stagione estiva inizia con il primo sversamento a mare"

3' di lettura Ancona 14/05/2021 - A seguito dell’attivazione di diversi scolmatori a mare, dall’ 11 maggio è temporaneamente vietata la balneazione nel tratto di litorale sud ( dalla Raffineria API fino al confine con il Comune di Ancona).

Inizia così in modo anticipato la sequenza degli sversamenti nel mare di Falconara. Il caso sversamenti a mare è emblematico della incapacità della Giunta di Falconara di affrontare in modo concreto e razionale un problema vitale per l’economia e l’ambiente locale. In 13 anni di governo delle Giunte di centro destra, non si è concluso nulla e siamo ancora alle fasi di progettazione.

Le colpe che abbiamo sempre rivolto alla Giunta Brandoni prima ed all’ attuale giunta Signorini oggi possono essere così sintetizzate:

1. L’aver delegato la risoluzione del problema sversamenti al Comune di Ancona ed al gestore VIVA SERVIZI, senza aver svolto quel ruolo attivo e di stimolo nella vicenda, pur essendo il Comune di Falconara il 3° socio, per importanza, nella compagine societaria di VIVA SERVIZI (con l’8% delle quote). Tra l’altro il Sindaco Signorini è anche Vice Presidente dell’AATO 2 e non è riuscita ad incidere minimamente nella programmazione dei lavori.

2. Sono responsabili di aver archiviato il progetto SPS del 2005, del quale era stato realizzato il primo stralcio sperimentale sul litorale di Palombina Vecchia, per scoprire poi, dopo 15 anni di studi e progetti, che si è ritornati all’ipotesi iniziale di vasche di prima pioggia, con la sola aggiunta del collettore di gronda a mezza costa.

3. Hanno assecondato studi inutili ed inconcludenti, che nella prima fase (partendo dal 2005) sono costati alla collettività oltre 300.000,00 euro ed ora nella seconda fase, dove vengono ipotizzati mega progetti da 40 milioni di euro, hanno affidato incarichi di progettazione per oltre 1.600.000,00 euro (salvo ribassi).

4. Hanno accettato, senza battere ciglio, il programma di progettazione e realizzazione delle opere previste in 8 anni (5 per la progettazione e 3 per l’esecuzione), quando è noto a tutti che in 8 anni si è costruita l’intera autostrada del sole. Le verità nascoste e non dette sono relative al fatto che i finanziamenti necessari per i primi interventi per circa 22 milioni di euro non sono stati ancora stanziati, ma solo programmati. A dimostrazione che si vuole perdere tempo, è indicativo il fatto che VIVA SERVIZI, solo per affidare gli incarichi di progettazione dei tre lotti previsti, abbia impiegato, tra la data di pubblicazione dei bandi e l’assegnazione degli incarichi, la bellezza di 11 mesi (da ottobre 2019 a settembre 2020).

5. Non sono servite nemmeno le indagini della Procura sui tanti sversamenti che hanno penalizzato il nostro litorale (con relativi divieti di balneazione negli anni scorsi che hanno portato al rinvio a giudizio di 11 dirigenti e tecnici dei vari Enti coinvolti), ad accelerare le procedure ed i tempi di realizzazione di alcune opere prioritarie.

Il nostro Sindaco sta a guardare e cerca di smarcarsi dalle proprie responsabilità, come se il territorio maggiormente compromesso dagli sversamenti non fosse il nostro, sempre più impegnata in una continua comunicazione di facciata e nelle comparsate quasi quotidiane sui social e sui quotidiani locali. Passerà alla storia come il Sindaco più esposto mediaticamente e più fotografato delle Marche e forse d’Italia, ma sicuramente anche come un Sindaco inadeguato a gestire e risolvere le criticità del nostro territorio.


da Franco Federici
    Capogruppo Italia Viva





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-05-2021 alle 12:24 sul giornale del 15 maggio 2021 - 759 letture

In questo articolo si parla di politica, falconara marittima, franco federici, italia viva, comunicato stampa, capogruppo italia viva falconara marittima

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/b25I





logoEV
logoEV