Rifiuti aziendali, al via la sperimentazione per un nuovo sistema di tracciabilità

1' di lettura Ancona 14/06/2021 - CNA ha aderito alla sperimentazione del nuovo sistema per la tracciabilità dei rifiuti lanciato dal ministero della Transizione ecologica.

Dopo anni di ripetute sollecitazioni, finalmente i criteri e le modalità operative previste nel Registro elettronico nazionali per la tracciabilità dei rifiuti, nonché la digitalizzazione di registri e formulari, pare sia ad un soddisfacente punto di svolta, mettendo definitivamente in archivio la pessima esperienza del Sistri. La previsione di un periodo di sperimentazione prima dell’avvio di un nuovo sistema di tracciabilità, definito dal Testo unico ambientale, dovrà certificare che tale processo colloquia e si raccorda perfettamente con i sistemi gestionali degli utenti, che vi sia una effettiva semplificazione amministrativa ed i costi siano sopportabili per tutte le attività.

Insomma la CNA anche in questa occasione ci ha “messo la faccia” insieme alle decine di aziende pilota che in questi giorni stanno verificando se quanto proposto risponde pienamente alle aspettative, monitorando da vicino le diverse fasi di test, per definire a valle il quadro regolatorio necessario ad ottenere finalmente un sistema di tracciabilità dei rifiuti trasparente, efficace e di semplice attuazione da parte delle imprese.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-06-2021 alle 16:43 sul giornale del 15 giugno 2021 - 135 letture

In questo articolo si parla di attualità, artigianato, cna, cna ancona, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/b7eZ





logoEV