Atletica, Memorial Serresi: vincono i padroni di casa della Sef Stamura Ancona

4' di lettura Ancona 21/06/2021 - Successo dei padroni di casa nel meeting in ricordo del dirigente che ha guidato il Comitato regionale. Ancora un primato marchigiano della cadetta nei 150 metri con 18”17. L’allieva ascolana Giannelli a 1.75 nell’alto

Un bel successo di risultati e di partecipazione ad Ancona per il Memorial Luigi Serresi, arrivato all’edizione numero dieci al campo Italico Conti. Nel meeting intitolato al dirigente che ha guidato l’atletica marchigiana come presidente del Comitato regionale Fidal, dal 2004 fino alla sua scomparsa avvenuta nel novembre 2011, vincono i padroni di casa della Sef Stamura Ancona che si ripetono nella classifica per club in base ai piazzamenti, come nelle precedenti occasioni. Grande protagonista a livello individuale è ancora una volta la 15enne Alice Pagliarini (Atl. Avis Fano) che vola in 18”17 (+0.8) sui 150 metri, superando nettamente il suo primato regionale under 16 realizzato con 18”44 alla fine di maggio sulla pista di Rieti.

Tra i risultati spicca il nuovo progresso dell’allieva Laura Giannelli (Asa Ascoli Piceno) con un doppio miglioramento: 1.73 e poi 1.75 nel salto in alto, a un solo centimetro dal record marchigiano under 18, diventando la capolista italiana dell’anno per la categoria. Nell’undicesima edizione del Memorial Franco Consoli in ricordo del noto tecnico, per la società con la maggiore somma di punteggi nel salto in alto, prevale invece la Collection Atletica Sambenedettese.

A conquistare il Memorial Patrizio Pasquinelli, che premia il miglior risultato di atleti “over 35” nei 3000 metri e dedicato al giudice di gara anconetano, è quindi Battista Vennera (Atl. Ama Civitanova) che si piazza quarto in 8’59”49 nella gara vinta dall’osimano Mattia Franchini (Stamura, 8’51”14). Assegnati i titoli regionali cadetti anche nei 600 metri, con i successi di Matilde Giuliani (Atl. Avis Fano, 1’40”28) e Alessandro Carlo Bucci (Mezzofondo Club Ascoli, 1’30”47), mentre nei 150 dei cadetti si impone Valentino Bilardo (Sport Atl. Fermo) con 17”84 (+0.4).

Il meeting si conferma l’occasione giusta per sperimentare nuove gare: in questa edizione viene introdotto il salto in lungo da fermo, che è stato specialità olimpica all’inizio del secolo scorso. Al femminile Benedetta Boriani (Sef Stamura Ancona) con la misura di 2.60 realizza la migliore prestazione italiana, anche se per il momento non ci sono record ufficialmente riconosciuti. Tra gli uomini il cubano Almicar Demetrio Bonell Mora (Olimpia Amatori Rimini) atterra a 3.12 per avere la meglio nei confronti di Nicola Sanna (Stamura, 3.03) e di Marco Muzi (Atl. Civitanova, 3.01). Il bronzo tricolore juniores del peso Francesco Piccinini (Stamura) avvicina il suo primato con 15.29. Nel giavellotto 39.83 per Gaia Ruggeri (Atl. Fabriano) e 66.39 dell’anconetano Gianluca Tamberi (Athletic Club 96 Alperia) davanti al 51.37 di Luigi Casadei (Stamura), che ha trionfato pochi giorni fa ai Mondiali paralimpici in Polonia.

La sfida negli 800 metri porta al miglioramento due allieve classe 2005: l’abruzzese Serena Quintiliani (Pol. Tethys Chieti) in 2’10”79 e la fanese Virginia Bancolini (Sef Stamura Ancona) che scende a 2’12”81. Nella gara maschile lo junior Tommaso Ajello (Stamura, 1’56”28) precede Hamza Farisi (Libertas Orvieto, 1’57”04) e l’allievo Filippo Sanna (Stamura), di nuovo al personale di 1’57”69. Sempre tra gli under 18 nell’alto Riccardo Ricci (Atl. Avis Macerata) eguaglia il suo primato di 1.91 per battere lo junior filottranese Lorenzo Falappa (Tam) e l’altro allievo Ermes Mercuri (Atl. Castelfidardo Criminesi), entrambi a 1.88. Nei 3000 si migliora la non ancora 16enne Marica Melatini (Atl. Ama Civitanova) in 10’35”59) e in chiusura la 4x400 allievi della Sef Stamura Ancona, con Bernardo Piersigilli, Alessandro Romagnoli, Luca Orciani e Filippo Sanna, corre in 3’36”77.

Notevole il salto del cadetto Andrea Tazza (Mezzofondo Club Ascoli), autore di un gran balzo a 6.63 nel lungo. Sulla pedana del triplo under 16 cresce Camilla Spinsanti (Sef Stamura Ancona) con 10.29. Doppietta della Stamura nei 200 metri: lo junior Alex Ebuka Chuks firma il personale di 22”59, tra le donne Giada Bernardi lo sfiora con 25”36. Tra le gare della categoria ragazzi (under 14) si mette in evidenza nell’alto il 13enne umbro Matteo Sorci (Atl. Capanne Pro Loco Athletic Team) che salta 1.71 applaudito dal primatista italiano Gianmarco Tamberi.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-06-2021 alle 12:04 sul giornale del 22 giugno 2021 - 163 letture

In questo articolo si parla di sport, atletica, fidal marche, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/b7YD