Falconara: PalaBadiali, lacrime e ricordi all'inaugurazione della nuova insegna

2' di lettura 26/07/2021 - E’ stata una serata di grandi emozioni quella di ieri, domenica 25 luglio, quando è stata svelata la nuova insegna del Palasport Badiali in cui troneggia l’immagine del campione Gianfranco Badiali: una gigantografia che sembra voler uscire dall’insegna stessa e che ora domina via dello Stadio.

L’inaugurazione è stata il momento finale di una cerimonia che si è conclusa poco prima delle 23, dopo la messa e la benedizione dell’arcivescovo Angelo Spina e dopo tantissime testimonianze e ricordi. La serata è stata organizzata dal Gruppo Amici per lo Sport, capitanato da Tarcisio Pacetti, in collaborazione il Comune di Falconara, rappresentato dal sindaco Stefania Signorini. Tra gli ospiti d’onore della serata il presidente del Consiglio regionale delle Marche Dino Latini, il presidente del Coni Fabio Luna, il vicepresidente del Comitato paralimpico Marche Roberto Novelli, il direttore generale degli Ospedali riuniti di Ancona Michele Caporossi.

Tantissimi gli sportivi, ex giocatori e dirigenti, che hanno raccontato aneddoti su Gianfranco Badiali: il pallavolista, scomparso nel 1988 a 26 anni per un melanoma, era simbolicamente presente con la sua maglia numero 10, portata dal fratello Gianluca. Commovente è stato il saluto della mamma Cesarina, scomparsa di recente, in un videomessaggio registrato prima della morte. Tra gli ospiti anche Nicoletta Grifoni, che faceva parte del gruppo Kutiba negli anni d’oro. A condurre la serata insieme a Tarcisio Pacetti, il giornalista Maurizio Socci.

«Questa è una giornata speciale – ha detto il sindaco Signorini – per tre motivi. Innanzitutto perché ricordiamo Gianfranco Badiali, che non è stato solo un campione, ma ha lasciato il segno in quanti lo hanno conosciuto per la sensibilità e la generosità, tanto da diventare un modello. Poi perché questa ricorrenza veicola anche ai giovani i valori dello sport e anche in qualità di insegnante e dirigente scolastica credo fermamente nella funzione educativa dello sport. Infine il nome di Gianfranco Badiali, grazie a tante iniziative organizzate a Falconara, è sinonimo di prevenzione: gli screening che ogni anno abbiamo portato avanti in suo ricordo su iniziativa del Gas hanno permesso di prevenire melanomi e altre patologie, grazie all’impegno dei volontari. Così come sono stati i volontari a permettere di portare avanti il centro vaccinale, un altro fronte della prevenzione e per questo rivolgo ancora una volta il mio grazie al Gruppo amici per lo sport, al gruppo comunale di protezione civile, alla Croce Gialla, al circolo Leopardi e alle nostre infermiere. Sono orgogliosa della nostra comunità».

Proprio in tema di prevenzione, è stata annunciata la volontà di riprendere gli screening sulla popolazione a gennaio 2022: la prevenzione riguarderà di nuovo il melanoma con l’esame dei nei.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-07-2021 alle 16:38 sul giornale del 27 luglio 2021 - 170 letture

In questo articolo si parla di attualità, falconara marittima, Comune di Falconara Marittima, palabadiali, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cb0N





logoEV
logoEV