contatore accessi free

Porti, intesa tra Autorità portuale e Sogesid per accelerare le opere infrastrutturali

2' di lettura Ancona 03/09/2021 - La Società dei Ministeri della Transizione Ecologica e delle Infrastrutture e Mobilità Sostenibile in campo per attività sugli scali di Marche e Abruzzo

Un’intesa sui porti dell’Adriatico centrale, per accelerare la realizzazione di nuove infrastrutture portuali, attività di bonifica e riqualificazione ambientale: l’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Centrale ha siglato con Sogesid un protocollo che disciplina il possibile coinvolgimento della società “in house” dei Ministeri della Transizione Ecologica e delle Infrastrutture e Mobilità Sostenibili in una serie di attività sui sei scali abruzzesi e marchigiani in capo all’Autorità: Ancona – Falconara Marittima, Pesaro, San Benedetto del Tronto, Pescara e Ortona.

L’accordo, siglato dal Commissario Straordinario dell’Autorità, l’Ammiraglio Giovanni Pettorino, e dal Presidente e Amministratore Delegato di Sogesid, Carmelo Gallo, prevede il supporto tecnico-specialistico della Società in diverse azioni rivolte alla tutela ambientale e funzionali agli interventi per l’infrastrutturazione portuale, il trasporto marittimo e le vie d’acqua interne, in aree di pertinenza dell’Autorità tra le quali ricade anche il Sito d’interesse nazionale di “Falconara Marittima”.

Sogesid potrà accompagnare l’attività dell’Autorità che gestisce i porti del medio Adriatico nella realizzazione di opere quali i dragaggi, la realizzazione di casse di colmata e banchine portuali. Potrà predisporre piani di caratterizzazione di fondali ed aree a terra, i monitoraggi ambientali, i piani di gestione e rimozione rifiuti, l’espletamento di procedure di valutazione ambientale, lo sviluppo di modelli di flusso della falda e di trasporto degli inquinanti, oltre a varie tipologie di indagini anche a tutela delle specie protette. L’intesa prevede inoltre il supporto nelle fasi procedurali: dalla realizzazione e verifica dei progetti, al ruolo di responsabile del procedimento, direzione dei lavori e Stazione appaltante, fino al collaudo delle opere. Successive convenzioni potranno poi dettagliare le singole azioni congiunte da realizzare nei diversi scali, secondo gli obiettivi dell’Autorità.

“La competenza tecnica e le specializzazioni acquisite da Sogesid potranno offrire un importante sostegno alle attività dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Centrale – commenta il Commissario Straordinario dell’Autorità, Ammiraglio Giovanni Pettorino -. Presto attiveremo i progetti da costruire insieme per lo sviluppo degli scali di Marche e Abruzzo di competenza”. “Come già accade in altre realtà italiane e anche nel basso Adriatico – afferma il Presidente di Sogesid Carmelo Gallo – accompagneremo l’Autorità guidata dal Commissario Ammiraglio Pettorino con la nostra capacità tecnica di intervenire su procedure complesse, che spesso determinano enormi ritardi. Sta in questo - conclude Gallo - il valore aggiunto che Sogesid può mettere a disposizione per dare nuove prospettive alla portualità nazionale, in un percorso che vede tutela dell'ambiente e rilancio infrastrutturale camminare insieme”.


da Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Centrale





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-09-2021 alle 17:03 sul giornale del 04 settembre 2021 - 159 letture

In questo articolo si parla di attualità, Autorità di sistema portuale del mare Adriatico centrale, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/chyC





logoEV
logoEV
logoEV