contatore accessi free

La Mia Generazione Festival, tutto pronto per la quarta edizione

3' di lettura Ancona 09/09/2021 - L’organizzazione svela l’ordine di apparizione sul palco, e non mancheranno le sorprese.

Ad aprire la due giorni, venerdì 10 settembre alle ore 20:30, sarà l’inconfondibile voce di Nada che incarna in sé perfettamente lo spirito del festival. Un’artista transgenerazionale che nella sua carriera ha saputo confrontarsi sempre con nuovi stili e stimoli musicali, con un suono sempre attuale. Arrivando ad essere icona di ricerca e contemporaneità. A seguire Giorgieness in un ideale passaggio di testimone. Nel corso della sua carriera, l’artista ha suonato nei principali club e festival Italiani, condividendo il palco con alcuni dei nomi più noti del panorama alternativo italiano ed internazionale.

Subito dopo Violante Placido, figura trasversale del panorama musicale italiano in cui vive la doppia anima di attrice e cantautrice. Porterà in anteprima sul palco de La Mia Generazione, alcune canzoni tratte dal suo spettacolo “Femmes Fatales”, per poi raccontarsi con alcuni suoi brani anche nella veste di autrice e musicista raffinata.

Chiude la prima serata del festival Rachele Bastreghi con il suo nuovo lavoro solista dal titolo “Psychodonna”: un viaggio interiore, “un rifugio buio che cerca il sole”. Il titolo esprime la personalità sfaccettata e apparentemente contraddittoria della cantautrice, che con queste canzoni compie una vera e propria presa di coscienza attraverso quello che lei stessa definisce “un volo intimo e faticosamente libero” nella dimensione femminile.

La serata di sabato 11 settembre, invece, si aprirà con Gianluca De Rubertis, cantautore profondo e compositore eclettico; nella sua carriera ha saputo unire le ispirazioni provenienti da epoche passate alle sfumature sonore di una contemporaneità tutta da raccontare. Reduce dal successo del suo ultimo album “La violenza della luce” (2020), ha appena pubblicato il nuovo singolo con la partecipazione di Brunori Sas.

Francesco Bianconi sarà il secondo artista in scaletta sabato sera. Il cantautore ha pubblicato ad ottobre dell’anno scorso il suo esordio dal titolo “Forever” e lo scorso 28 maggio è uscita la riedizione in doppio vinile “Forever in Technicolor”. Un disco senza tempo, che mette le canzoni al centro, dal respiro internazionale. Un piccolo capolavoro dei nostri tempi.

La serata proseguirà con Diodato, riconosciuto dal grande pubblico come uno dei portavoce della canzone d’autore italiana degli ultimi anni, dopo il trionfo a Sanremo 2020 con il brano “Fai rumore”. A tutti gli effetti un figlio legittimo di quella stagione irripetibile degli anni '90. Calcherà poi il palco de La Mia Generazione Niccolò Fabi. Un viaggio tra i sentimenti. Un fluire di parole e musica, scevro da schemi e generi di appartenenza. Un delicato crescendo continuo di emozioni che passa attraverso i racconti dei suoi brani più importanti e famosi, accompagnato dagli amici di sempre Bob Angelini e Pier Cortese.

A chiudere il Festival, stringendo in un unico grande abbraccio il percorso musicale di questa edizione, sarà il direttore artistico Mauro Ermanno Giovanardi con un personalissimo ed irripetibile tributo al disco “Crocevia" dei La Crus che proprio nel 2021 compie vent'anni. Album iconico, è stato in grado di cambiare radicalmente la musica italiana. L’edizione 2021 de La Mia Generazione festival si annuncia ancora una volta l’appuntamento irrinunciabile dell’estate di Ancona e luogo ideale di incontro fra artisti in grado di parlare a più generazioni






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-09-2021 alle 16:29 sul giornale del 10 settembre 2021 - 163 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, comunicato stampa, la mia generazione festival

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cirn





logoEV
logoEV
logoEV