Falconara: Passaggio di testimone in Consiglio per CIC/FBC e SAF. Calcina lascia il posto a Cenci

Loris Calcina 2' di lettura 18/09/2021 - Loris Calcina si dimette da capogruppo delle Liste civiche Cittadini in comune/Falconara Bene Comune, SiAmo Falconara Sinistra in Comune lasciando la poltrona di consigliere comunale a Roberto Cenci. Calcina: “Importante far fare pratica nella macchina amministrativa ad altri iscritti”

Ha annunciato la decisione di lasciare il seggio in consiglio comunale sabato mattina con una conferenza stampa il consigliere Loris Calcina, capogruppo delle Liste civiche Cittadini in comune/Falconara Bene Comune, SiAmo Falconara Sinistra in Comune. A subentrare il primo dei non eletti della stessa lista, Roberto Cenci.

Dimissioni annunciate con il sorriso, perché utilizzate come pratica interna di alternanza politica in CIC/FBC e SAF, per permettere a più iscritti di poter fare un esperienza in prima persona all'interno della istituzione, toccando con mano i meccanismi del funzionamento comunale.
«Quella del Consiglio comunale è una buona scuola civica che permette di capire le possibilità che ci sono anche alla opposizione di contribuire alla amministrazione quotidiana della città- spiega Calcina -In questa consiliatura, più ancora che nel passato, abbiamo approfondito questo modo di collaborare, non per comunanza di intenti con chi amministra, ma per utilità alla città».

Un impegno che Calcina ha portato avanti dalla sua elezione del 2018 con numerosi impegni e approfondimenti, tra quelli ricordati in conferenza le barriere architettoniche marciapiedi Castelferretti - progetto Vivaservizi vasche prima pioggia - situazione e destinazione ex Officina fs Rialzo - Covid19 e Casa Albergo Gerundini. «Contributi che abbiamo sempre dato con disinteresse e come contributo alla comunità, secondo lo spirito di volontariato politico delle nostre liste, ma che sono stati tutti rifiutati dalla maggioranza i cui progetti continuano ad avanzare senza che l'opposizione possa dare suoi suggerimenti e osservazioni» conclude Calcina, che rimarrà comunque coinvolto in prima persone nelle attività di CIC/FBC e SAF.

Ultima esperienza con cui Calcina lascia il consiglio quella raccontata durante la conferenza in cui la Prefettura ha ritenuto di seguire le indicazioni proposte dalle liste civiche in merito al Piano Emergenza Esterna dell'API di Falconara, obbligando RFI a creare un via di fuga in via Conventino, chiusa per i lavori del bypass ferroviario (QUI L'ARTICOLO).

Attività di volontariato politico che Roberto Cenci ben conosce, essendo attivo nell'esperienza delle liste fin dalla prima candidatura nel 2008. «Ringrazio Loris per questa opportunità e per essere stato in tutti questi anni un esempio e un riferimento, cosa che continuerà ad essere- commenta Cenci – Dobbiamo registrare che da questa amministrazione viene mortificata la partecipazione democratica delle opposizioni, ma anche dei cittadini. Cerchiamo di far emergere posizioni quasi sempre oscurate alla cittadinanza. Spesso le cose accadono solo dopo che un consigliere di minoranza pone dei quesiti agli enti e la vicenda della via di fuga del PEE dell'API ne è la dimostrazione».


di  Filippo Alfieri
redazione@vivereancona.it





Questo è un articolo pubblicato il 18-09-2021 alle 11:38 sul giornale del 20 settembre 2021 - 245 letture

In questo articolo si parla di politica, ancona, Loris Calcina, CiC, saf, fbc, articolo, Filippo Alfieri

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cjWf





logoEV
logoEV