Scomparsa di Alberto Astolfi, Gostoli e Amati: "Un vero riformista"

1' di lettura Ancona 18/09/2021 - Il cordoglio del segretario regionale Pd Giovanni Gostoli e della presidente dell'assemblea regionale Pd Silvana Amati per la scomparsa di Alberto Astolfi

Ci ha lasciato Alberto Astolfi, una vita dedicata al sindacato, al partito, alle istituzioni. Dirigente della CGIL,segretario della Camera del Lavoro della provincia di Ancona, segretario generale regionale della CGIL delle Marche fino al 1979, ha segnato con il suo impegno la vita politica della sinistra degli anni settanta, passando poi dalla direzione del sindacato al partito con l’ingresso nella segreteria regionale del PCI. Di seguito, eletto per due legislature in Consiglio Regionale, si è impegnato fortemente sul fronte della riorganizzazione della sanità, assolvendo contemporaneamente il ruolo di segretario della federazione del PCI di Ancona.

Un vero riformista, amico di Luciano Lama, con il quale ha condiviso negli anni settanta l’affermazione del ruolo sociale e politico del sindacato, anni di grande trasformazione tecnologica dell'industria italiana e quindi anche anni segnati dal esplodere, soprattutto al sud, delle crisi aziendali e della disoccupazione. Ha diretto poi il partito provinciale in momenti di delicata transizione, sapendo essere di ferma pacatezza nel dibattito acuto del tempo. Ha condiviso con convinzione la lunga strada del cambiamento dopo la caduta del muro di Berlino, dal PCI al PDS ai DS fino alla fondazione del Partito Democratico, sapendo essere autentico rappresentante di una cultura francamente riformista che ha condiviso e trasmesso a tante e tanti. Con la sua scomparsa siamo tutti più deboli.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-09-2021 alle 19:26 sul giornale del 20 settembre 2021 - 147 letture

In questo articolo si parla di attualità, marche, pd marche, comunicato stampa, alberto astolfi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cjYW





logoEV
logoEV