Falconara: piscina insicura, lettera-esposto di Italia Viva a Prefetto, vigili del fuoco e Protezione civile

2' di lettura 08/10/2021 - Il rifacimento della copertura della piscina comunale di Falconara, con travi curve in legno lamellare e telo in pvc, è proseguito nonostante i nostri ripetuti inviti a rivedere o riprogettare tale intervento, prima con lettera aperta al Sindaco e poi con un’interrogazione scritta, in quanto tale struttura con la copertura in pvc è palesemente inadeguata ed insicura per i cittadini che la dovranno utilizzare.

Siamo stati costretti ad interessare con una lettera-esposto, corredata dei documenti amministrativi e tecnici essenziali, il Prefetto, il Comando dei Vigili del fuoco, la Protezione civile regionale, quali Istituzioni preposte a verificare le condizioni di sicurezza e stabilità di una così importante struttura sportiva pubblica. La piscina di Falconara, che può avere una capienza fino a 185 persone (pag. 5 del progetto esecutivo), è classificata di Tipo A 1 secondo le norme UNI 10637, essendo di utilizzo pubblico, e quindi deve rispondere a precisi requisiti di sicurezza sia negli impianti che nella struttura portante. Non si tratta quindi di una sterile polemica politica, ma di contestazioni concrete in parte rilevate e certificate dagli stessi tecnici progettisti.

E' paradossale che gli stessi tecnici, a pag. 15 della relazione di calcolo, affermino nel Piano di manutenzione strutturale quanto segue: “Si raccomanda di evacuare la struttura in caso di trombe d’aria che comportino venti oltre misura” e ancora “Si raccomanda che le pareti scorrevoli vengano chiuse in presenza di vento forte".

Tali prescrizioni vengono recepite dal Comune con superficialità e disinvoltura come se i sopraccitati eventi naturali fossero del tutto eccezionali e comunque sempre prevedibili e facilmente programmabili. Nel tempo in cui viviamo, purtroppo, i cambiamenti climatici danno luogo ad eventi naturali estremi come tempeste, nubifragi e trombe d’aria che devastano con frequenza i territori, come di recente è avvenuto anche nella nostra zona. Sembra, quindi, incomprensibile la scelta ostinata del Sindaco Signorini e della Giunta comunale di Falconara di avallare un tipo di struttura così precaria.

Con tale esposto auspichiamo che gli organi preposti possano approfondire le prescrizioni e/o i vincoli indicati dagli stessi tecnici progettisti prima di dare un parere positivo al collaudo ed al rilascio dell’idoneità all’apertura della piscina così ristrutturata, affrontando il problema della stabilità dell’intera struttura al fine di garantire la massima sicurezza ed incolumità degli utenti.


da Franco Federici
    Capogruppo Italia Viva





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-10-2021 alle 17:11 sul giornale del 09 ottobre 2021 - 951 letture

In questo articolo si parla di attualità, falconara marittima, franco federici, Piscina Comunale di Falconara, italia viva, comunicato stampa, capogruppo italia viva falconara marittima

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cnn3





logoEV
logoEV
logoEV