Falconara: nuovi giochi al parco Robinson

4' di lettura 15/10/2021 - Sono sempre più inclusive e a misura di bambino le aree attrezzate del parco Robinson e i giardini degli asili nido comunali.

Il Comune ha fatto installare una ventina di nuovi giochi, che permetteranno ai più piccoli non solo di divertirsi, ma anche di imparare a relazionarsi con i coetanei attraverso l’attività ludica. Un modo per vivere appieno gli spazi pubblici all’aperto e sfruttarne tutte le potenzialità, anche educative. L’investimento complessivo è stato di 40mila euro, finanziati in parte con fondi ministeriali, attraverso il bando EduCare del Dipartimento per le Politiche della Famiglia, in parte grazie a una donazione di oltre 8mila euro del Rotary Club di Falconara.

Sabato 16 ottobre alle 15.30 saranno ufficialmente inaugurate le nuove attrezzature del grande parco di Palombina Vecchia, che è stato suddiviso in tre aree: in quella più alta, che si trova proprio sotto via Sardegna, è arrivata una teleferica, acquistata grazie alla donazione del Rotary. Il gioco è particolarmente amato dai bambini, tanto che quello già installato al parco Kennedy è sempre utilizzato. Nella zona limitrofa, poco più in basso, è stato creato un ‘Percorso avventura’ dove i bimbi dai quattro agli otto anni potranno arrampicarsi grazie alla combinazione di pali, funi, anelli e amaca in gomma. Accanto al ‘Percorso avventura’ è stata montata una giostra in sospensione. Nell’ultima zona, quella più centrale, dove erano già presenti alcuni giochi per i bambini dai tre ai sei anni, sono stati installati tappeti anti trauma e montati un nuovo trampolino elastico per i salti, una piramide in acciaio per l’arrampicata, una altalena con cesto da utilizzare in gruppi di più bambini.

Anche nei giardini degli asili nido sono arrivati nuovi giochi, scelti su indicazione delle educatrici che quotidianamente si prendono cura dei più piccoli. All’Aquilone di Castelferretti, alla Sirenetta di Palombina e allo Snoopy di via Emilia sono arrivati scivoli, casette in legno, un tunnel, mentre è stata posta una nuova pavimentazione anti trauma per i giochi già esistenti.

«E’ sempre emozionante offrire ai bambini nuovi spazi, che rappresentano anche un’occasione di crescita, di socializzazione e inclusione – dice il sindaco Stefania Signorini –. Questa attenzione è frutto di un lavoro di squadra e di una nuova sensibilità verso le esigenze dei più piccoli. E’ da questa età che nascono le relazioni sociali e che si gettano le basi per formare quelli che saranno gli adulti di domani. Grazie a tutti i soggetti che hanno collaborato e in particolare al Rotary che come sempre è attento al territorio, in questo caso con un progetto dedicato all’infanzia».

«L’emergenza sanitaria ci ha fatto riscoprire l’importanza degli spazi all’aperto – dice l’assessore ai Lavori pubblici Valentina Barchiesi – e il parco Robinson, punto di riferimento di tutto il quartiere di Palombina Vecchia, è un’area da valorizzare. Questo è il primo stralcio di un intervento molto più ampio, per il quale stiamo cercando nuovi finanziamenti. Una delle priorità è quella di renderlo maggiormente accessibile».

«Ci siamo impegnati come sempre per i giovani e chi ha specifici bisogni – spiega il presidente del Rotary Paolo Lovascio – in questo caso per i bambini che devono crescere in modo sereno e sicuro, poter giocare in tranquillità. Con lo stesso intento abbiamo organizzato la manifestazione del prossimo 19 ottobre, anch’essa rivolta ai giovani, che potranno incontrare il coach della nazionale di pallavolo femminile Davide Mazzanti. L’allenatore, anche lui marchigiano, dà un messaggio forte: dalla sconfitta, quella alle Olimpiadi, si può arrivare a una vittoria, quella agli ultimi europei. Un messaggio di crescita, un invito a tirare fuori dalla negatività una cosa positiva, che il Rotary rivolge ai giovani emarginati, i cosiddetti scartati per usare una definizione di Papa Francesco».

I nuovi arredi, tanto quelli del parco Robinson quanto quelli dei nidi, sono stati acquisiti da Cooss Marche e donati al Comune nell’ambito del progetto ‘Elementi Educ@tivi’, presentato in partenariato con i Comuni di Falconara Marittima, Jesi, Maiolati Spontini e Fabriano. L’obiettivo è promuovere la non discriminazione, l’inclusione sociale e la lotta alla povertà educativa, anche attraverso l’allestimento di spazi all’aperto.

Nel progetto rientra poi l’attività del servizio ‘Tempo per bambini e famiglie’, avviato il mese scorso al centro Metropolis e volto a migliorare i rapporti tra bambini e adulti di riferimento tramite attività di laboratorio e ludiche promosse da un educatore. Sarà attivato a breve un ulteriore servizio, ‘Zona educativa di comunità’, rivolto alle famiglie con minori nelle fasce di età 0-6 anni e 7-17 anni attraverso il quale saranno promosse occasioni di incontro e di scambio tramite colloqui di sostegno educativo con figure specialistiche (psicologo, pedagogista e logopedista) e un laboratorio delle idee.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-10-2021 alle 16:19 sul giornale del 16 ottobre 2021 - 145 letture

In questo articolo si parla di attualità, falconara marittima, Comune di Falconara Marittima, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/coEW





logoEV
logoEV