Cinema d’animazione per il sociale, ecco il progetto Tac!

3' di lettura Ancona 21/10/2021 - Il Cinema d’Animazione quale strumento a servizio delle comunità: questo è Tac! - Tenerezze Animate Creative, un percorso formativo e di strutturazione di un servizio stabile laboratoriale e creativo, ideato da Sabrina Maggiori assieme a Pepe Lab e sostenuto dalla Fondazione Cariverona, che ha coinvolto contesti terapeutici ed educativi della provincia di Ancona.

Il pomeriggio del 26 ottobre, l’Auditorium Orfeo Tamburi della Mole di Ancona ospiterà la presentazione e il rilancio del progetto, giunto al termine dopo un percorso biennale che si è snodato attraverso diversi contesti educativi e sociali, all'insegna della coprogettazione con gli operatori messi a disposizione dai partner coinvolti. Sono stati curati e realizzati 6 laboratori pilota, guidati da Luca Paccusse, Matteo Giacchella e dagli esperti esterni Beatrice Pucci e Roberto Paganelli, con l’intento di valorizzare il cortometraggio animato in ambito socio-educativo-sanitario, perché capace di farsi canale espressivo ma anche di appartenenza comunitaria, grazie alla sua attitudine ad innescare relazioni e conoscenza reciproca all’insegna della creatività, in cui ogni singola sensibilità trova possibilità di equilibrio.

«Il cinema d’animazione è una particolare declinazione del linguaggio audiovisivo, si lega al pre-cinema e ricostruisce il movimento, non lo riprende. Offre un approccio ludico e poetico al mondo grazie al registro della finzione che facilita paradossalmente la possibilità di penetrare più in profondità la realtà. Grazie ai nostri 6 partner, presenti alla Mole, abbiamo dato vita a progetti pilota nella nostra regione, in ambiti sociali differenti che ci hanno permesso di verificare il grande potenziale di Tac!», spiega Sabrina Maggiori, direzione artistica di Pepe Lab, associazione da sempre impegnata nel mettera la cultura e la creatività al servizio delle comunità, nei molteplici ambiti del sociale, del territorio e del mondo imprenditoriale, favorendo contaminazioni e attraverso azioni innovative.

Un evento gratuito quello del 26 ottobre, diviso in due momenti, il primo dei quali è un workshop riservato ad operatori attivi in ambito sociale e condotto dagli operatori Pepe Lab, Luca Paccusse e Matteo Giacchella che a partire dalle 14:30 e fino alle 17:30 accompagneranno i partecipanti a scoprire le possibilità che questo linguaggio offre. Si esploreranno attrezzature e tecniche, per arrivare alla composizione di piccole sequenze animate che prenderanno forma anche dall’incontro tra artigianalità e tecnologia. La seconda parte della giornata dalle 18:00 alle 19:30, avrà la forma del talk e vedrà ospiti d’eccezione: gli animatori e docenti formatori Tac! Beatrice Pucci e Roberto Paganelli (Ottomani Associazione) e Carla Boglioni e Vincenzo Beschi, rispettivamente Vicepresidente e operatore multimediale di Avisco - Audiovisivo scolastico, associazione fondata a Brescia nel 1986 che si occupa di ricerca, sperimentazione, produzione e aggiornamento sul linguaggio cinematografico in ambito socio-educativo e culturale e opera a livello nazionale e internazionale. Il pomeriggio si concluderà con la visione dei 6 corti animati esito dei laboratori pilota di TAC! presentati da Pepe Lab assieme agli stessi partner protagonisti: Oikos onlus, la Scuola primaria G.Leopardi di Serra de’ Conti, ADA associazione per i diritti degli anziani di Ancona, il Centro Diurno Il Sollievo di Jesi, la cooperativa sociale H Muta di Trecastelli e lo Spazio Heval / A.P.D. Antirazzista Assata Shakur di Ancona.

La partecipazione al talk è gratuita ma è fortemente consigliata la prenotazione mentre per il workshop, a numero chiuso, la prenotazione è obbligatoria. Per info e per iscrizioni www.pepelab.org/tac/index.html






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-10-2021 alle 13:23 sul giornale del 22 ottobre 2021 - 134 letture

In questo articolo si parla di attualità, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cpFj