contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
articolo

Torna il Mercato Europeo Ambulante. 90 espositori internazionali tra Piazza Cavour e Corso Garibaldi

4' di lettura
772

Il 5-6-7 novembre dalle 9 di mattina fino a mezzanotte, stand internazionali di gastronomia dall'Europa e dal mondo. Il vice-sindaco Sediari: “Ritorno alla normalità, ma senza abbassare la guardia”. Il Direttore Generale Confcommercio Marche Centrali Polacco: “Riportiamo il pubblico nel cuore della città”

Torna dopo un anno di stop a causa del covid il Mercato Europeo del Commercio Ambulante “Tanti volti per un unico Mercato” di FIVA Confcommercio con il supporto del Confcommercio Marche Centrali ed il Patrocinio di Ancona. Il 5-6-7 novembre dalle 9 di mattina fino a mezzanotte.

Una appuntamento fortemente voluto da cittadini e soprattutto dai commercianti, che vedono questa sesta edizione rappresentare l'agognato ritorno ad una conquistata normalità, tanto più preziosa in quanto apripista della stagione natalizia, come sottolineato dal Direttore Generale Confcommercio Marche Centrali Massimiliano Polocco: «La manifestazione è un concreto segnale di ripresa e di ritorno alla normalità. Un appuntamento capace di riportare il suo pubblico nel cuore della città. Anche a questo scopo è stata studiata una disposizione dei banchi tale che le vetrine dei negozi siano la cornice in cui passeggiare».

«Ringraziamo la Confcommercio per questo evento che andrà in testa alla programmazione natalizia- dichiara il Vice-sindaco Pierpaolo Sediari -Abbiamo pochi fondi e restrizioni Covid, dovremmo puntare su poche cose e sbagliare e il meno possibile per consentire a tutte attività di lavorare. Questo appuntamento è molto atteso e sarà un successo come le passate edizioni. Non dobbiamo tuttavia abbassare la guardia e fare evitando la voglia di trasgredire. Già poter tornare alla normalità. Come mangiare insieme seduti ad un tavolo è un evento».

LA DISPOSIZIONE:

Come nelle passate edizioni i numerosissimi stand si articoleranno da Largo XXIV Maggio, passando per Piazza Cavour, lungo tutto Corso Garibaldi. Una disposizione che permetterà agli oltre 90 standdi poter distanziare le proprie postazioni di vendita e di consumo così da garantire il distanziamento tra gli avventori. Una disposizione che in piazza Cavour comporterà il temporaneo spostamento dei capolinea dei bus che saranno distribuiti nelle aree circostanti la piazza. Una nuova disposizione è stata pensata anche per gli stand i Corso Garibaldi. Al fine di lasciare lo spazio ai Dehors dei locali (Ampliati grazie alla normativa post covid) e per consentire una passeggiata che non “oscurasse” le vetrine dei negozi, gli stand saranno posizionati al centro del corso, costruendo de passeggiate laterali da godere in piena sicurezza.

Adeguati all'iniziativa anche gli orari "dialatati", pensati per offrire agli avento un maggior numero di ore per accedere al serpentone di stand e distribuirsi oltre che geograficamente anche cronologicamente. A seguire gli orari della minifestazione anche i parcheggi di Traiano, Cialdini, Archi ed Ex Umberto Primo aperti per tutto il week end dalle 7:00 alle 21:00, con la possibilità di uscire dai parcheggi anche dopo gli orari di chiusura, dilatati grazie alla colaborazione con M&P.

LA MANIFESTAZIONE:

Dopo due anni che hanno visto viaggi e voli bloccati la voglia di scoprire sapori e tradizioni nuove ed esotiche non manca. Una voglia che il Mercato Europeo si propone di soddisfare ampiamente con gli oltre 90 espositori dall'Europa e dal mondo, che offriranno la possibilità di degustare le specialità tipiche dei loro paesi.

A caratterizzare questa sesta edizione saranno i sapori della Mitteleuropa, con specialità tipiche del Tirolo e dell'Austria come speck salsicce e canederli. Se però è il sole che cercate non avrete difficoltà a trovarlo tra i sapori speziati dei felafel dello stand Israeliano o della paella dello spagnolo Juan Solbas di Valentia. Uno dei piaceri dell'inziativa sarà sicuramente quello di passeggiare saltando di paese in paese. Dal caviale e vodka della Russia al formaggio Cheddar Britannico o le new entry delle specialità indiane.

Come ogni anno non mancherà una nutrita selezione di specialità regionali italiane. Dalla grappa veneta alla pasticceria siciliana, passando per i salumi del Mugello e i peperoncini calabresi si potrà compiere un tour gastronomico del bel (e buon) paese, magari cogliendo l'occasione per portarsi avanti sui regali di Natale.

MODALITÀ DI ACCESSO

La manifestazione non è soggetta a contingentamento; non ci saranno varchi/recinzioni a delimitare l’area del mercato, né controlli agli ingressi; l’accesso dei visitatori è subordinato al GREEN PASS (certificato vaccinale o certificato di guarigione, o tampone negativo recente), ma i controlli saranno solo a campione e possono essere eseguiti solo da parte delle forze dell’ordine.

Non sarà controllata la temperatura, ma le mascherine saranno ancora obbligatorie, come anche la presenza di disinfettante per le mani in ogni banco. Saranno ovviamente in vigore le normali disposizioni di sicurezza, quali: Uso della mascherina obbligatorio, mantenere la distanza di almeno 1 metro dalle altre persone (per quanto possibile), garantire un flusso ordinato dei movimenti, non accedere all’area della fiera con una temperatura corporea superiore a 37.5°.





Questo è un articolo pubblicato il 04-11-2021 alle 13:49 sul giornale del 05 novembre 2021 - 772 letture