Il cambio generazionale nell'economia marchigiana: un prestigioso incontro ad Ancona organizzato da CNA Industria

3' di lettura Ancona 01/12/2021 - Un talk tra economisti, esperti ed imprenditori che si confronteranno sul delicato tema del passaggio generazionale, quello che si svolgerà giovedì 2 dicembre a partire dalle ore 17.00 presso l'auditorium Venanzi nella sede direzionale provinciale di CNA Ancona.

L'incontro si inserisce a pieno titolo nel dibattito, ancora poco evidente, su uno dei focus economici futuri per le Marche: il passaggio generazionale nelle imprese. Un tema caro alla presidenza di CNA Industria, consapevoli come questo delicatissimo tema coinvolga migliaia di imprese nella nostra regione. Nelle Marche infatti le imprese individuali costituiscono ancora oltre il 60% delle imprese attive. Ciò indica quanto sia diffusa l’impresa a connotazione famigliare, dove la delega di funzioni e responsabilità in concomitanza alla loro crescente complessità, tende ad avvenire all’interno della famiglia dell’imprenditore più che a riguardare il coinvolgimento di altre figure imprenditoriali o professionali.

Circa il 22% degli imprenditori marchigiani delle ditte individuali è nella fascia 65 anni e oltre; il 60% è in età più che matura, con 50 anni e oltre, probabilmente con figli grandi e quindi potenzialmente coinvolti da processi di successione generazionale; la provincia col maggior numero di imprenditori over 65 è Macerata (5715) seguita da Ancona (5473), mentre Ancona vanta il primato sugli imprenditori tra i 50 e i 64 anni (ben 10334). Dati in linea con il sistema Italia dove il 23% delle imprese sono guidate da un leader ultra settantenne (Osservatorio Aziende Familiari Italiane), il 68% sono gli imprenditori che intendono lasciare l’azienda ad un familiare (Unioncamere Mediobanca), il 20% dei figli non vuole lavorare nell’azienda di famiglia e il 64% pensa che i padri avranno difficoltà a cedere davvero le redini (PwC Italy). Solo il 13% sono le imprese familiari che riescono ad arrivare alla terza generazione e il 4% arriva alla quarta generazione (Nomisma) a cui si sommano addirittura il 10% dei fallimenti derivanti dalla mancata pianificazione e organizzazione del passaggio generazionale (Unioncamere Mediobanca).

Da questi dati e da questa consapevolezza nasce l'iniziativa di CNA Ancona. “#impresafutura, è già tempo di gestire il passaggio generazionale d’impresa”: il titolo dato all’evento, al quale saranno presenti come esperti che aiuteranno a comprendere meglio il fenomeno e che presenteranno gli strumenti utili alle imprese per affrontare questa critica fase eliminando i rischi Marco Marcatili, responsabile Sviluppo di Nomisma il prestigioso centro studi economici di Bologna e Massimiliano Colombi docente dell'università del Sacro Cuore.

“Abbiamo bisogno di affrontare l’argomento sotto ogni punto di vista – ha detto Cristiano Montesi, presidente CNA Industria Ancona – perché, come confermano anche i dati, molti imprenditori si trovano nella condizione di aver raggiunto l’età pensionabile e di porsi il problema di a chi lasciare la propria impresa. A volte un successore c’è, altre volte no, e anche se c’è, occorre lavorare insieme per far sì che il passaggio sia il più fluido possibile e senza traumi”.

Saranno inoltre presentati i casi di imprese che hanno già affrontato o stanno affrontando questa fase delicata di passaggio come la Paradisi srl di Jesi, la Box Marche di Corinaldo e la Mobitaly di Camerano.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-12-2021 alle 16:38 sul giornale del 02 dicembre 2021 - 160 letture

In questo articolo si parla di artigianato, politica, cna, cna ancona, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cxAH