Videosorveglianza, al via l'installazione in città di altre 92 telecamere

3' di lettura Ancona 21/01/2022 - Avviata in questi giorni l’installazione di altre 92 telecamere nel cuore della città che si vanno ad aggiungere alle 183 operative su tutto il territorio comunale.

Il numero degli occhi elettronici, che salirà così a 275, sarà ulteriormente incentivato quando diverranno operative anche le 33 telecamere OCR, con riconoscimento elettronico dei caratteri delle targhe, che, sistemate all’ingresso della città nelle vie principali, permetterà di tenere sotto controllo tutti i veicoli che accedono o escono da Ancona. Saranno così infine, oltre 300 i punti di videosorveglianza nel territorio comunale.

La mappa degli occhi elettronici

Il Comune di Ancona, sotto la propria gestione, dispone, allo stato attuale, di 183 telecamere, sempre attive. Di queste 9 permettono di monitorare da remoto, in tempo reale con collegamento alla centrale operativa della Polizia Locale, l’area sottoposta a videosorveglianza mentre le altre registrano le immagini in loco (dispositivo di memoria integrato o nelle vicinanze delle telecamere) per 72 ore. Le nuove 92 telecamere completeranno il controllo di tutto il centro storico, aggiungendosi a quelle esistenti, e permettendo il monitoraggio di piazza Cavour, dei tre corsi e della zona Guasco-San Pietro. Le altre 183 coprono già da ora diverse zone del territorio comunale come parchi, frazioni, piazze, scuole, aree parcheggio, cimiteri, nodi stradali, aree mercatali e sportive.

Una maggiore videosorveglianza

“Continua ad incrementarsi il parco delle 183 telecamere attive nel territorio comunale – spiega Stefano Foresi, assessore alla sicurezza del Comune di Ancona – con occhi elettronici sulle frazioni, sul centro storico e in altri punti della città, fornendo una risposta concreta ad una richiesta di maggiore tranquillità da parte dei cittadini”. Alle 275 presto operative, si aggiungerà poi l’installazione di altre 33 telecamere OCR, con riconoscimento elettronico di caratteri delle targhe, che, sistemate all’ingresso della città nelle vie principali, consentiranno in futuro di tenere sotto controllo tutti i veicoli che accedono o escono da Ancona. Un progetto indirizzato ad innalzare l’indice di sicurezza su tutto il territorio comunale e che fornisce anche un valido aiuto, garantendo un allert nel caso in cui ci siano delle targhe attenzionate per motivi legati alla commissione di reati.

“Gli occhi elettronici non escludono i controlli delle forze dell’ordine ma li integrano – continua Foresi -. Ancona è una città di transito, pensiamo per esempio al porto quale frontiera internazionale, soprattutto nella stagione estiva. Avere la possibilità di sorvegliare il transito in uscita ed entrata dalla città in direzione porto è molto positivo per una azione di prevenzione e controllo, un supporto fattivo all’attività che viene svolta dalle pattuglie, già egregiamente, sul territorio. Ora poi, con l’incremento della sorveglianza anche nel centro storico saremo in grado di aumentare la prevenzione e la percezione di sicurezza in città. Nel 2021 sono state oltre 100 le richieste da parte delle forze dell’ordine di visionare parte di filmati delle telecamere già attive”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-01-2022 alle 16:59 sul giornale del 22 gennaio 2022 - 150 letture

In questo articolo si parla di attualità, ancona, comune di ancona, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cGHp





logoEV
logoEV
logoEV