contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > CULTURA
comunicato stampa

Il nuovo direttore del Museo Archeologico delle Marche è Diego Voltolini

3' di lettura
814

Diego Voltolini è archeologo della Soprintendenza ABAP per le Province di Ancona e Pesaro e Urbino. Già in agenda il primo impegno pubblico il prossimo 23 febbraio con la presentazione dei risultati sulle indagini relative a Palazzo Ferretti condotte dalla Scuola di Specializzazione in Beni Architettonici e del Paesaggio afferente al Dipartimento di Architettura dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II”

In una fase di programmazione per la stagione primaverile ed estiva e dei lavori nei musei della Direzione Regionale Musei Marche, l’Istituto del Ministero della Cultura guidato dal direttore dott. Luigi Gallo accoglie dal 14 febbraio nuovi direttori nei tre musei che registrano annualmente il maggior numero di visitatori tra quelli ad esso assegnati.

Il Museo Archeologico Nazionale delle Marche è affidato alle cure del dott. Diego Voltolini, archeologo della Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per le Province di Ancona e Pesaro e Urbino, che ha già in agenda il suo primo impegno pubblico il prossimo 23 febbraio con la presentazione dei risultati sulle indagini relative a Palazzo Ferretti condotte dalla Scuola di Specializzazione in Beni Architettonici e del Paesaggio afferente al Dipartimento di Architettura dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II” e che vede la partecipazione anche della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le Province di Ancona e Pesaro e Urbino che ha seguito lo sviluppo delle indagini nella persona della stessa Soprintendente Arch. Cecilia Carlorosi.

Alla direttrice uscente dott.ssa Nicoletta Frapiccini va la gratitudine per la gestione del museo e i vari importanti progetti intrapresi per il MAN Marche, come anche gli auguri per la prosecuzione della gestione del Museo Archeologico Statale di Urbisaglia e dell’Antiquarium Statale di Numana che, sotto la sua direzione, ha già visto la realizzazione del nuovo allestimento museale che andrà incrementandosi nei prossimi mesi.

La Rocca Demaniale di Gradara, che per la valorizzazione ha in attivo una convenzione con il Comune di Gradara, vede la direzione scientifica dell’arch. Stefano Brachetti, già funzionario per la Promozione e Comunicazione della Galleria Nazionale delle Marche.

La Rocca Roveresca di Senigallia è stata, invece, affidata all’arch. Alessandra Pacheco, già funzionario Architetto della Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio delle Marche.

Entrambe le Rocche hanno visto la direzione dell’arch. Cecilia Carlorosi, attuale Soprintendente della Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per le province di Pesaro Urbino e Ancona alla quale vanno i migliori auguri di buon lavoro e un ringraziamento per il lavoro svolto presso la Direzione Regionale Musei Marche.

Continuano il loro mandato alla direzione dei musei della Direzione Regionale Musei delle Marche le dottoresse Sofia Cingolani, funzionario archeologo, e Claudia Casavecchia, funzionario per la promozione e per la comunicazione.

Grazie alla direttrice dott.ssa Sofia Cingolani il Museo Archeologico Statale di Cingoli ha salutato il nuovo anno con un nuovo allestimento rinnovato nei contenuti e nel linguaggio, così come anche il Museo Archeologico Statale di Ascoli Piceno, sempre diretto dalla stessa Cingolani, dove ad aprile avverrà la attesa apertura ai visitatori della sezione romana.

Nel pieno dei lavori di riallestimento, ma sempre aperto al pubblico, è il Museo Archeologico Statale di Arcevia, diretto dalla dott.ssa Claudia Casavecchia.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-02-2022 alle 17:24 sul giornale del 23 febbraio 2022 - 814 letture