contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
articolo

“100 cose da sapere e da fare ad Ancona e nella Riviera del Conero" presentato alla Mole Vanvitelliana

4' di lettura
361

Nel contesto della mostra Terra Sacra è stato presentato al pubblico il libro “100 cose da sapere e da fare ad Ancona e nella Riviera del Conero” di Chiara Giacobelli per il Gruppo Editoriale Raffaello. Giacobelli: “Una collana per persone desiderose di scoprire nuovi territori e di farlo con una pubblicazione agile e giovane, semplice nella consultazione».

Si è scelto un luogo eccezionale per la presentazione di “100 cose da sapere e da fare ad Ancona e nella Riviera del Conero” che è stato introdotto al pubblico nel contesto della mostra Terra Sacra, attualmente in esposizione alla Mole Vanvitelliana. Una scelta non solo di grande impatto scenico, ma anche coerente nel presentare contenuti di un libro che parla del territorio e del rapporto con la città di Ancona all’interno di una mostra che fa di questi valori il perno su cui ruotano 120 opere di 37 artisti.

Una chiamata a cui il territorio e la cittadinanza ha risposto con entusiasmo, per assistere all’incontro con l’autrice, Chiara Giacobelli, che ha dialogato con il giornalista Andrea Carloni e le tante personalità che sono volute intervenire per rendere merito ad un lavoro che valorizza la città e la riviera del Conero e le sue potenzialità.

A fare gli onori di casa l’Assessore alla cultura del comune di Ancona Paolo Marasca, che ha sottolineato la lungimiranza dell’autrice e della casa editrice nell’investire su un’opera che fa delle qualità artistico culturali di Ancona, un prodotto attraente ed economicamente autonomo, capace di creare una collaborazione tra privato e pubblico nella promozione del territorio. Una rete tra istituzioni e privati elogiata anche da Massimo Paolucci direttore marketing della Associazione Turistica Riviera del Conero: «Superando i campanilismi siamo riusciti ad unire nella nostra Associazione 16 comuni tra la Riviera e i Colli dell’Infinito, il Parco del Conero e privati nel mondo della accoglienza e della ristorazione. Questa opera rappresenta delle proposte che in futuro potranno diventare pacchetti vendibili ai visitatori. Bello che anche Ancona rientri in questa entità turistica».

Iniziativa privata che è stata fin da subito motore della pubblicazione che ha fattivamente sostenuto. Tra le aziende ad impegnarsi in prima persona Innoliving Spa, Umani Ronchi, The Begin Hotels, Sartoria Luca Paolorossi e Gruppo Gabrielli.

I primi a credere in questa collana di “100 cose da sapere e da fare”, già sperimentata con successo a Senigallia e Pesaro e che a Natale si arricchirà con il volume su Ascoli e il Piceno, la casa editrice Gruppo Editoriale Raffaello. «Dopo aver pubblicato 100 cose da vedere e da fare nelle Marche ed altri volumi ritenevo che ci fosse spazio anche per territori più piccoli- spiega l’autrice Chiara Giacobelli- a credere in questa scommessa è stato il Gruppo Editoriale Raffaello, che ha avuto la lungimiranza di sostenere città che non sono propriamente in cima alle classifiche del turismo. Una scommessa che si basa sulla voglia delle persone di scoprire nuovi territori e di farlo con una pubblicazione agile e giovane e semplice nella consultazione».

Una qualità espressa anche dalle fantastiche immagini delle bellezze culturali e naturali, immortalate dalle fotografie di autori, tra i quali Enzo Torelli. Una proiezione delle foto dell’artista ha accompagnato la presentazione, alla quale è intervenuto lo stesso Torelli: «Ho collaborato spesso con blogger che hanno dato voce alle mie immagini, ma Chiara riesce ad andare oltre, approfondisce i contenuti e le dimensioni dietro alle immagini e ai luoghi ritratti».

«Gli anconetani conosceranno tutte e 100 le cose da vedere e da fare ad Ancona?» chiede all’autrice Andrea Carloni. «Probabilmente non tutte e 100, come ci sono ancora tante cose che io non conosco di ancona- spiega Chiara Giacobelli- 100 cose non sono poi tante per parlare di un territorio così ricco e ogni tanto qualcuno mi fa notare che non ho inserito una curiosità o una bellezza. Io me le segno tutte, magari per una prossima pubblicazione. Nel libro sono inserite, assieme alla storia di Ancona e alle attrazioni imperdibili e più conosciute, tante curiosità e anche storie dimenticate. Continuo a imparare sempre cose nuove sulle nostre città. Le Marche sono davvero una regione infinita».





Questo è un articolo pubblicato il 06-05-2022 alle 15:24 sul giornale del 07 maggio 2022 - 361 letture






qrcode