AgroInnovation Award, tra i premiati anche uno studente anconetano della Politecnica

5' di lettura Ancona 29/06/2022 - Gli studenti premiati si sono distinti per idee e ricerche particolarmente innovative in ambito agrario, sviluppate nelle proprie tesi di laurea

Si è svolta questa mattina la cerimonia di premiazione degli studenti che, attraverso le tesi di laurea e dottorato elaborate alla fine del proprio percorso formativo, hanno dato vita a progetti così innovativi, da aggiudicarsi l’AgroInnovation Award. Il premio, istituito da Image Line, in collaborazione con l’Accademia dei Georgofili, giunto al suo quinto anno, è stato ideato con il proposito di riconoscere il merito a quegli studenti che partendo da un’analisi delle criticità che il settore agrario si trova a dover affrontare, nell’ambito per esempio di determinate coltivazioni o nel caso di danneggiamenti dei terreni, solo per fare alcuni esempi, si sono messi in gioco con ricerche e sperimentazioni sul campo per provare a trovare possibili soluzioni. La cerimonia di premiazione è stata inaugurata con gli interventi del Presidente dell’Accademia dei Georgofili, Massimo Vincenzini e del Ceo di Image Line, Ivano Valmori, i quali hanno sottolineato l’importanza di dare visibilità e il giusto riconoscimento alle idee innovative di giovani studenti, intraprendenti e talentuosi.

"L’evento odierno cade in un momento di forti preoccupazioni per l’agricoltura - ha affermato il Presidente dell’Accademia dei Georgofili, Massimo Vincenzini - ma con la premiazione di dieci giovani meritevoli per gli studi compiuti nel settore agricolo, costituisce certamente motivo di gioia e soddisfazione: finché sapremo attirare l’attenzione e l’impegno dei giovani per i temi propri del mondo agricolo, potremo guardare al futuro con ragionevole ottimismo. Di questo devo ringraziare Image Line per aver costituito i premi, giunti ormai alla quinta edizione, e per la manifestata volontà a proseguire in questa direzione. A tutti i premiati va il plauso dei Georgofili per il prestigioso riconoscimento al lavoro da loro svolto ed al quale verrà dato il massimo risalto attraverso i canali di cui l’Accademia dispone. D’altra parte, il fatto di aver dedicato uno specifico evento alla consegna degli AgroInnovation Award, anziché una frettolosa premiazione nel corso della cerimonia inaugurale dell’Anno Accademico dei Georgofili, testimonia l’attenzione rivolta dall’Accademia verso questi giovani premiati, con la speranza che continuino ad impegnarsi con passione crescente. Concludo ringraziando anche i numerosi giovani, che pur non risultando vincitori, hanno partecipato al concorso con legittime e motivate aspettative."

Ivano Valmori, Ceo di Image Line ha aggiunto: “I lavori che abbiamo avuto modo di visionare anche per questa edizione di AgroInnovation Award sono un chiaro esempio di un settore in continua evoluzione che grazie al digitale continua a raggiungere nuovi traguardi. Le ricerche in campo tramite l’utilizzo dei big data per esempio permettono di ottimizzare i tempi, svolgere analisi più accurate e andare oltre, con idee assolutamente innovative e talvolta anche rivoluzionarie, come ci mostrano i nostri ragazzi. Il futuro dell’agricoltura è in mano alle nuove generazioni e visionando da cinque anni a questa parte importanti progetti ispirazionali, non possiamo che essere ottimisti e guardare avanti con fiducia”.

I due ricercatori e gli otto neolaureati premiati, si sono alternati nella presentazione dei propri lavori, lasciando trasparire tutta la passione, l’impegno e la determinazione che li hanno portati a sviluppare nuove idee, stimolo e riferimento per chi già opera nel settore. Oltre al riconoscimento in denaro, infatti, i vincitori vedranno le proprie tesi pubblicate sul portale web dell’Accademia dei Georgofili, sulla testata online AgroNotizie e sui portali del network di Image Line - Fitogest.com, Fertilgest.com, Plantgest.com. Un’occasione importante per distinguersi all’interno di una community, quella appunto di Image Line, che oggi conta oltre 278.500 iscritti e di creare un primo contatto con i professionisti del settore agricolo. Durante la cerimonia di premiazione della 5° edizione di AgroInnovation Award, Image Line e Accademia dei Georgofili hanno lanciato la 6° edizione del bando al quale sarà possibile candidarsi entro il 31 dicembre 2022.

Anche la 6° edizione di AgroInnovation Award prevede l’assegnazione di due premi del valore di 1.500 euro ciascuno da assegnare alle Tesi di Dottorato per le categorie Agricoltura di precisione: Analisi e condivisione dei dati e Valorizzazione delle produzioni made in Italy. Alle Tesi di Laurea Magistrale saranno assegnati invece otto premi del valore di 1.000 euro ciascuno nelle seguenti tematiche: Sostenibilità degli agroecosistemi e protezione dell’ambiente, Agrometeorologia e Gestione delle risorse idriche, Ingegneria Agraria e meccatronica, Nutrizione delle Piante, Difesa delle colture, Innovazione Varietale e genomica, Zootecnia e Economia Agraria. Tutte le informazioni relative al nuovo bando sono disponibili sul sito www.AgroInnovationEDU.it/Award

Tra i dieci premiati c'è anche Alessio Tiffi Magi di Ancona – Università Politecnica delle Marche - premiato per la tesi di laurea Magistrale “Valutazione della funzionalità di distribuzione di un atomizzatore innovativo”. Il lavoro di tesi si è incentrato sulla verifica della funzionalità di un atomizzatore per trattamenti antiparassitari in vigneto relativamente alla riduzione della perdita di miscela antiparassitaria dovuta all’irregolarità della vegetazione. Il lavoro prende spunto dal fatto che la dispersione nell’ambiente dei prodotti fitosanitari durante il trattamento è una problematica di rilevante importanza, impossibile da eliminare del tutto ma che può essere ampiamente limitata. La maggior parte delle perdite sono imputabili a deriva: fenomeno fisiologico che porta il fitofarmaco irrorato a distanze diverse dal punto di applicazione.

Questo fenomeno può essere di entità variabile ma numerosi sono gli studi che attestano in media possibili perdite dal 30% a più del 50% fino ad arrivare a picchi del 70%. Il lavoro si è inserito in un progetto regionale denominato progetto Smart-Sprayer. Tale progetto ha come obiettivo la progettazione e messa in opera di un sistema innovativo ma allo stesso tempo economico per la distribuzione dei fitofarmaci in vigneto, incentrato su un sistema (LiDAR o laserscanner). Il prototipo costruito dovrà essere in grado di modulare la propria portata localizzandola sul target in tempo reale, aprendo e chiudendo gli ugelli, in funzione del carico vegetativo. Questo lavoro di tesi è nato con il proposito di valutare la qualità della distribuzione della miscela irrorata da tale prototipo comparandola con quella ottenibile da un trattamento standard.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-06-2022 alle 16:50 sul giornale del 30 giugno 2022 - 167 letture

In questo articolo si parla di attualità, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ddwy





logoEV