contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > CRONACA

La palla ad Ancona è sempre più ovale. Presentata la stagione delle squadre del rugby Dorico

3' di lettura
538

Anconetani sempre più fan della palla ovale, al via la stagione 22/23 per l’Unione Rugbistica Anconitana, Rugby Ancona e Dorica Rugby. Tantissimi i bambini dell’under 5 e under 7 che imparano lo sport sul campo Mandela

Spalti pieni ed entusiasmo alle stelle allo stadio Nelson Mandela per la presentazione della stagione 2022/23 delle tre squadre rugbistiche anconetane. Una vera festa, nello spirito di questo sport, che vede nella propria tradizione affiancare i monti di socialità alla pratica sportiva. Erano infatti in tanti, tra amici, parenti ed appassionati a salutare le squadre dell’Unione Rugbistica Anconitana (con la prima squadra e la squadra under 17), Rugby Ancona (dall’under 12 fino all’under 5) e la Dorica Rugby (touch rugby e rugby femminile) che hanno ufficialmente dato inizio nel pomeriggio di sabato alla propria stagione.

Già iniziata invece la preparazione atletica, in particolare per la prima squadra, che il 9 ottobre sarà in campo per la prima di campionato. Ma i veri protagonisti della giornata sono i tanti bambini, festeggiati dalle famiglie, club e pubblico, nei loro primi passi sul manto verde dello Stadio Nelson Mandela: «Il rugby è uno sport in crescita e abbiamo tantissimi iscritti soprattutto tra i bambini dell’under 7 e under 5. Questo ci rende molto felici- spiega il Presidente dell’Unione Rugbistica Anconitana Ernesto Cimino – Durante l’anno avremo anche incontri con le scuole con un progetto del Miur e saranno coinvolte ben 9 istituti di Ancona».

Non solo il campo, ma anche gli spalti sono sempre più gremiti di Anconetani, pronti a tifare la squadra di casa e non solo: «Il pubblico sugli spalti non manca mai, l’entrata è gratuita e ci sono circa un centinaio i tifosi a seguire le partite della prima squadra e tantissimi i genitori e familiari a seguire i più giovani». E ad attirare c’è anche il terzo tempo. Una tradizione del rugby, che prevede al termine della partita un momento di convivialità in cui divertirsi tra le due squadre e il pubblico.

A spingere bambini e genitori a scegliere il rugby come sport ci sono infatti anche i tanti bei valori che questa disciplina insegna: «È uno sport molto educativo- ci spiega il Presidente Cimino -mi sono avvicinato a questa disciplina con Stefano Lucarini, che sarà sempre il nostro presidente. In questo sport la palla si passa sempre indietro e si va avanti solo tutti insieme e la meta si fa insieme, non si vince né si perde da soli. Un altro punto importante di questo sport e che non si gioca “contro” ma “con” l’avversario, che non è un nemico, ma un amico che ti permette di giocare».

Valori che si riflettono anche fuori dal campo, come ha osservato l’assessore Stefano Foresi: «Ho personalmente un rapporto continuo con la società rugby e voglio ricordare il ruolo di questa società anche sul campo della solidarietà e di riferimento per il quartiere. È bellissimo vedere le tribune piene di ragazzi e di famiglie con un clima incredibile. Vuol dire che si sta lavorando molto bene. Vedere under 5 e under 7 mi sembra stupendo e voglio porgere un ringraziamento particolare a tutte le società da parte della amministrazione tutta».

Un entusiasmo che è anche una richiesta di responsabilità alle istituzioni come osserva il Presidente del CONI Marche Fabio Luna: «Quello che sta succedendo ad Ancona rappresenta il trend nazionale di questa bellissima disciplina. Grazie ad una società che sta facendo tantissimo nel promuovere il rugby vediamo la partecipazione di tanti ragazzini. Questa adesione ci rende orgogliosi, ma ci responsabilizza pure. Non possiamo deludere le attese di questi ragazzi. Loro iniziano un percorso e stanno sognando, noi dobbiamo essere bravi a far sì che questo sogno possano coltivarlo per tutta la loro vita».





Questo è un articolo pubblicato il 11-09-2022 alle 09:30 sul giornale del 12 settembre 2022 - 538 letture






qrcode