contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > CULTURA
comunicato stampa

Al via Cinemuse con la Lucia di Lammermoor dalla Wiener Staatsoper

3' di lettura
86

Martedì 22 novembre alle ore 20.15 al Cinemuse di Ancona apre la rassegna la proiezione dell’opera Lucia di Lammermoor dalla Wiener Staatsoper; musica di Gaetano Donizetti, direttore Evelino Pidò ,regia Laurent Pelly; nel cast: George Petean, Olga Peretyatko, Juan Diego Flórez, Jongmin Park, Lukhanyo Moyake

MARCHE TEATRO aggiunge alla programmazione teatrale un cartellone di proiezioni cinematografiche che si arricchirà man mano durante l’anno e che conta per ora 12 appuntamenti al CineMuse la sala cinema (al Ridotto) del Teatro delle Muse tra opera lirica, cinema per ragazzi e proiezioni legate alla danza.

Al via il 22 novembre la rassegna Cineopera che vede proiettate Opere Liriche prodotte dai più prestigiosi teatri del mondo.

Martedì 22 novembre alle ore 20.15 al Cinemuse di Ancona apre la rassegna la proiezione dell’opera Lucia di Lammermoor dalla Wiener Staatsoper; musica di Gaetano Donizetti, direttore Evelino Pidò ,regia Laurent Pelly; nel cast: George Petean, Olga Peretyatko, Juan Diego Flórez, Jongmin Park, Lukhanyo Moyake.

Nella messa in scena onirica di Laurent Pelly della Lucia di Lammermoor di Gaetano Donizetti, una delle opere belcantiste più importanti di tutti i tempi, spicca un cast vocale di prim’ordine alla Wiener Staatsoper. Quando la fenomenale Olga Peretyatko mostra l’avvincente caduta di Lucia, “musica e teatro si fondono in una miscela esplosiva” (Wiener Zeitung). Juan Diego Flórez, la superstar del bel canto, è “probabilmente il miglior Edgardo del mondo” (Kronenzeitung). George Petean si unisce a loro come Enrico nel triangolo emotivo di amore, odio e passione. Con Evelino Pidò sul podio, l’orchestra della Wiener Staatsoper eccelle sotto questo “ideale maestro del bel canto” (Die Presse).

Come spesso accade, Donizetti compose Lucia di Lammermoor nel tempo record di poche settimane. Tuttavia, con quest’opera ha creato uno dei capolavori più importanti e popolari dell’opera romantica italiana. Lucia di Lammermoor risalta non solo per la sua ricchezza melodica e per i suoi personaggi disegnati concisamente attraverso la musica; Donizetti ammorbidì abilmente le rigide strutture prescritte dell’opera belcantista e collocò i suoi protagonisti Lucia-Edgardo-Enrico in un triangolo emotivo di amore, odio e passione. L’opera è stata parte del repertorio principale della Wiener Staatsoper fino al 1926 e poi di nuovo dal 1978, offrendo a generazioni di cantanti la possibilità di mettersi alla prova nell’ultima arte del bel canto.

Il programma di CineOpera proseguirà poi martedì 13 dicembre con Salomè da Opéra National de Paris, giovedì 26 gennaio Tosca in diretta da Dutch National Opera, Amsterdam, mercoledì 15 febbraio Le nozze di figaro da Salzburg Festival; poi ancora martedì 14 marzo Faust e martedì 18 aprile chiude il cartellone Aida dal Teatro Real di Madrid.

Gli appuntamenti con le altre rassegne: Il programma di CineDanza prosegue il 29 gennaio Why we fight? di Alain Platel e Mirjam Devriendt, il 19 marzo Third act di Mieke Struyve e Lotte Stoops. Il Cineragazzi parte, come di consueto durante le feste natalizie e vedrà, il 29 dicembre La marcia dei pinguini di Luc Jacquet, il 14 gennaio Phantom boy di Jean-Loup Felicioli e Alain Gagnol e il 4 febbraio Principi e principesse di Michel Ocelot.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-11-2022 alle 11:56 sul giornale del 21 novembre 2022 - 86 letture






qrcode