contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Falconara: Inaugurata la nuova Piazza Catalani, una festa per la città e i suoi bambini

3' di lettura
238

Un playground colorato, un nuovo bagno pubblico, un canestro per giocare e installazioni in legno sono gli ingredienti del nuovo spazio votato all’inclusione

È stata inaugurata oggi, con una festa che ha unito trasversalmente i cittadini, la nuova piazza Catalani, riqualificata con l’innovativo laboratorio LUDiCO, progetto pilota di rigenerazione urbana e innovazione sociale. Residenti, associazioni, alunni della scuola e frequentatori della piazza hanno infatti contribuito a disegnarne il nuovo volto e a partecipare al progetto. A tagliare il nastro, oggi, il sindaco Stefania Signorini, affiancata dall’assessore all’Urbanistica Clemente Rossi.

Per i più piccoli sono stati consegnati alcuni dolciumi donati dall’Industria dolciaria Bedetti di via del Consorzio. Il progetto di riqualificazione ha permesso di trasformare piazza Catalani, spesso dimenticata e marginale, in un luogo di riunione, gioco e ‘chiacchiere tra giovani e meno giovani’. A delimitare gli spazi e le loro funzioni, i colori degli artisti di Jassart, che dopo le piogge di metà dicembre si sono messi al lavoro per completare il nuovo volto della pavimentazione. La ristrutturazione è stata completata con l’installazione delle panchine e delle strutture autoprodotte dai cittadini in collaborazione con Fab Lab.

Il Sindaco Stefania Signorini ribadisce che “L’obiettivo è stato quello di realizzare una nuova Agorà per restituire alla cittadinanza, in particolare residenti, scuole e famiglie, un luogo che in passato era vissuto soprattutto per lo sport, come pattinaggio e calcetto, mantenendo anche tale vocazione. Il vicino centro socio-sanitario-riabilitativo diurno per disabili esalterà ancora di più la funzione di integrazione dello spazio in pieno centro storico”. Iniziato a gennaio 2022, il progetto LUDiCo è promosso dal Comune, progettato, realizzato e coordinato grazie alla sinergia tra l’ufficio tecnico comunale (dalla dirigente Eleonora Mazzalupi, responsabile unico del procedimento, ai progettisti ingegner Roberto Mantovani e architetto Eleonora Fanesi) e il collettivo Plasma (architetto Silvia Cerigioni e dottoressa Francesca Bianchi).

Con la collaborazione degli artisti dell'associazione ricreativa culturale Jassart e i workshop di urbanistica tattica aperti alla cittadinanza che si sono svolti nei mesi scorsi, è stata realizzata la pittura a terra del nuovo playground. Attraverso i workshop di Autocostruzione, svolti nei mesi di luglio e settembre al FAB Lab, sono state realizzate le installazioni artistiche in legno progettate dai designer che operano in Finlandia Monica Romagnoli e Markus Holste, alcune delle quali già presenti in piazza. Oltre 60 persone di tutte le età hanno partecipato alle giornate di autocostruzione e preso operativamente parte alla realizzazione, grazie al coordinamento e supporto dei designer.

La piazza è dotata di un nuovo bagno pubblico e di isole ecologiche in legno, all’interno delle quali sono stati sistemati i contenitori per i rifiuti che prima si trovavano in via Amendola. Questo ha permesso di liberare alcuni posti auto.

Durante i lavori, oltre alla realizzazione del nuovo bagno e l’installazione del canestro, sono stati riqualificati i muretti perimetrali, risanate alcune porzioni di pavimentazione, realizzati alcuni drenaggi per l’acqua meteorica. Quello che ha sempre contraddistinto il progetto – hanno sottolineato i progettisti e l’Assessore all’Urbanistica Clemente Rossi – è stata l'alta valenza sociale e l'inclusività nelle scelte e decisioni progettuali, che ha portato LUDiCO ad essere non un solo progetto di restyling, ma una vera e propria comunità di attori che operano insieme con lo stesso fine che è il benessere collettivo, migliorando i nostri spazi di vita quotidiani.

Di imminente redazione il patto di collaborazione fra associazioni, Cooss Marche, scuole, rappresentanze delle varie etnie e semplici cittadini, finché ognuno si possa prendere cura dei nuovi manufatti e del libero, pacifico, giocoso utilizzo della piazza.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-01-2023 alle 15:07 sul giornale del 06 gennaio 2023 - 238 letture






qrcode