contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > SPORT
comunicato stampa

Altetica: Palaindoor da record, mai così tanti atleti all'impianto di Ancona. Oro per la fanese Pagliarini

4' di lettura
276

Pagliarini e Angelini

La 16enne fanese debutta con il primato regionale assoluto in 7”46, sfiorando la migliore prestazione italiana under 18 davanti a Iapichino (7”47) e Angelini (7”48). Mai così tanti al Palaindoor: circa 2900 atleti-gara nel weekend

Un weekend a tutta atletica, senza precedenti per il Palaindoor di Ancona, con il nuovo record di partecipazione: circa 2900 presenze-gara nell’arco delle due giornate, numeri mai raggiunti finora nei meeting di gennaio. C’è anche tanta qualità, perché cadono i primati in pista. Spicca soprattutto il magnifico debutto nella stagione al coperto di Alice Pagliarini che continua a riscrivere i propri limiti. Nel rettilineo dei 60 metri, la portacolori dell’Atletica Fano Techfem vola con il tempo di 7”46 e conquista il successo in finale, dopo essere scesa a 7”48 in batteria. È il record regionale assoluto, superando in entrambe le occasioni il 7”49 stabilito dall’ascolana Ilenia Angelini due anni fa. Ma la 16enne velocista riesce anche ad avvicinare la migliore prestazione nazionale under 18, che rimane per due centesimi alla lombarda Ludovica Galuppi (7”44 nello scorso inverno), e diventa la seconda allieva italiana di sempre. Un esordio clamoroso per la figlia d’arte, del papà-tecnico Andrea e della sprinter Mita Delia, che nella scorsa estate si è messa al collo due medaglie d’oro al Festival olimpico della gioventù europea, nei 100 e con la staffetta.

La giovane marchigiana si prende la soddisfazione di battere Larissa Iapichino, azzurra del lungo che chiude alle sue spalle in 7”47 con una prova decisamente convincente, in una specialità per lei inconsueta. Parte con il piede giusto il 2023 per la ventenne fiorentina delle Fiamme Gialle, ritoccando in finale il 7”54 della batteria, a una settimana dalla prima uscita agonistica in pedana nei Campionati del Mediterraneo under 23 di domenica prossima a Valencia. Applausi quindi per Ilenia Angelini, classe 2003, che si vede sfilare il record ma riesce a migliorarsi con un notevole 7”48 piazzandosi al terzo posto. E anche la nuova stagione per la sprinter dell’Asa Ascoli Piceno comincia bene, dopo essere stata quinta nella scorsa estate ai Mondiali under 20 con la 4x100 azzurra. Da sottolineare poi il 7”58 di Benedetta Boriani (Sef Stamura Ancona), a un centesimo dal suo primato, e il 7”82 della compagna di club Sara Santinelli che firma il personale come l’altra stamurina Giada Bernardi (7”85). In evidenza anche le allieve Giulia Properzi (Sport Atl. Fermo) e Rebekah Emohare (Asa Ascoli Piceno), entrambe a 7”94.


Al maschile si esalta il toscano Samuele Ceccarelli, autore di un gran progresso con 6”61 in batteria. Per il 23enne massese dell’Atletica Firenze Marathon, il passo avanti è netto: undici centesimi tolti al record personale in un colpo solo, con un tempo inferiore allo standard di 6”63 per gli Europei in sala di Istanbul (2-5 marzo). Nelle scorse stagioni ha indossato la maglia azzurra alle rassegne continentali di categoria, U20 nel 2019 e poi quella U23 del 2021, mentre all’aperto ha un primato di 10.45 nei 100 metri. Poi si aggiudica anche la finale in 6”65 con lo stesso crono del sardo Luca Lai (Athletic Club 96 Alperia), autore di un 6”74 nel turno eliminatorio. Buon quarto posto del marchigiano Fabio Yebarth (Sport Atl. Fermo) in 6”85 e si mette in luce il 15enne Francesco Pagliarini (Atl. Fano Techfem), fratello di Alice, con un ottimo 7”01 al debutto nella categoria allievi, mentre il compagno di società Matteo Spuri corre in 7”00. Nel triplo è quarto Valerio De Angelis (Asa Ascoli Piceno) con 15.29 nella gara vinta dal triestino Simone Biasutti (Fiamme Gialle) che atterra a 16.38. Ancora un record personale di Ndiaga Dieng (Atl. Avis Macerata), stavolta negli 800 con 1’52”08.
Nel meeting giovanile arriva il primato regionale under 16 dell’alto per Elena Marchionni (Collection Atl. Sambenedettese) con la misura 1.65 superata alla prima prova. Tra gli altri risultati da segnalare il 15’36”45 di Margherita Discepoli (Sef Stamura Ancona) nei 3000 di marcia cadette, lo sprint di Michela Pierantoni (Atl. Fabriano) che è seconda nei 60 cadette in 7”90 e il successo di Emanuele Tabarretti (Atl. Avis Macerata) con 5.02 nel lungo ragazzi.





Pagliarini e Angelini

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-01-2023 alle 10:46 sul giornale del 17 gennaio 2023 - 276 letture






qrcode