contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > CRONACA
articolo

Un Sacerdote d’azione: Il ricordo di Don Claudio Merli della Croce Gialla di Ancona

2' di lettura
516

Il ricordo della Croce Gialla di Ancona di Don Claudio Merli: “Durante la guerra dei Balcani guidò fino a Medjugorje per trasportare dei farmaci. Con i giovani aveva un carisma unico”

È venuto a mancare nella mattina di lunedì 6 febbraio Don Claudio Merli. Parroco e insegnante Don Claudio si è strettamente legato nella sua vita a tante realtà cittadine. Tra le associazioni cui Don Claudio ha lasciato maggiormente il sego sicuramente c’è la Croce Gialla di Ancona.

Famoso per la sua guida sportiva Don Claudio fu un autista della associazione di soccorso dorica, di cui fu anche consigliere. Il suo servizio è proseguito fino a pochi anni fa, quando Don Claudio prestava servizio per due volte al mese e sempre nelle notti di Natale e Capodanno, per permettere a chi aveva famiglia di trascorrere le festa a casa.

Una generosità peri solo al coraggio di Don Claudio Merli, che nel 1992 allo scoppio della Guerra dei Balcani, assieme al all’amico milite della Croce Gialla, Sauro Giovagnoli, oggi direttore di sede, organizzò una raccolta di farmaci da trasportare nelle zone del conflitto. Con il mezzo già carico e pronto per essere imbarcato arrivò la notizia dell’abbattimento di un elicottero dell’Onu e la conseguente chiusura di tutti i porti della sponda est dell’adriatico. L'imprevisto non fece desistere Don Claudio e Sauro Giovagnoli dalla loro impresa, partendo nel cuore della notte al volante del mezzo della Croce Gialla verso Trieste, per poi scendere dal versante balcanico fino a raggiungere la loro meta: Medjugorje.

Una grande avventura, come ce ne furono tante nella vita di Don Claudio Merli, che nelle sue molteplici attività ha avuto sempre un occhio di riguardo per i giovani, come ricordato da Claudio Comirato, storico milite della Croce Gialla e autore del libro “30 anni in bitonale”, in cui racconta il suo primissimo servizio, accompagnato proprio da Don Claudio: “Don Claudio Merli era famoso per la sua guida, ma io lo scoprii solo quella mattina. Accese la sirena davanti allo Stadio Dorico e filò via su questo Fiat 238 in direzione di Piazza XXIV maggio. La cosa mi colse di sorpresa e non sfuggì a Don Claudio che mi disse “Il signore è dalla mia parte, puoi stare tranquillo””.

I funerali di don Claudio Merli, saranno celebrati dall’Arcivescovo Sua Ecc. Mons. Angelo Spina Mercoledì 8 febbraio alle ore 14,30 nella Cattedrale di San Ciriaco.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatasapp e Telegram di Vivere Ancona.
Per Whatsapp iscriversi al canale https://vivere.me/waVivereAncona oppure aggiungere il numero 350.0532033 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero un messaggio.
Per Telegram cercare il canale @vivereAncona o cliccare su t.me/vivereancona
Seguici su Facebook e Twitter


Questo è un articolo pubblicato il 07-02-2023 alle 14:07 sul giornale del 08 febbraio 2023 - 516 letture






qrcode