contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
comunicato stampa

CNA Ancona: "Non lasciamo solo il Mercato delle Erbe"

2' di lettura
262

Mercato delle Erbe di Ancona

La ristrutturazione del Mercato delle Erbe centrale di Ancona, grazie ai fondi Pnrr, non dipendente solo dal comune, ma da come risponderà la città e la clientela nel momento della ristrutturazione

Per il Mercato delle Erbe siamo arrivati al momento centrale: a breve questa storica struttura sarà sottoposta al restauro, un’operazione complessa perché a differenza del Mercato del Piano, questa ristrutturazione vedrà la presenza degli operatori all’interno della struttura durante le operazioni di recupero. Un processo complicato che naturalmente può creare più di un disagio alla clientela che si reca ogni giorno ad acquistare dai tanti piccoli produttori e commercianti.

Il periodo più delicato, quindi, di questa ambiziosa operazione risiede proprio nella durata dei lavori e nella risposta dei clienti e della città. La sopravvivenza del Mercato delle Erbe e dei suoi commercianti e agricoltori dipende quindi dall’amore e dall’affetto che i cittadini di Ancona dimostreranno nei mesi a venire. Occorre una vicinanza dei consumatori, un segnale che la clientela vuole bene a questa struttura centrale e cuore pulsante della città.

“Mancano ormai pochi mesi all’avvio dei lavori. E’ partito un confronto con le istituzioni per far si che la fase di ristrutturazione, quella più delicata per la sopravvivenza delle attività economiche del mercato, possa essere gestita nel migliore dei modi. Abbiamo già proceduto ad una serie di richieste – commenta Andrea Cantori, segretario della CNA di Ancona – Ora però ci occorre la vicinanza, l’affetto di tutti i cittadini di Ancona: abbiamo la necessità durante la ristrutturazione che la clientela del mercato continui a comprare presso le nostre botteghe – conclude Cantori – Ora più che mai occorre che la città non lasci soli i commercianti del Mercato delle Erbe.”



Mercato delle Erbe di Ancona

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-03-2023 alle 12:58 sul giornale del 10 marzo 2023 - 262 letture






qrcode