contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > POLITICA
comunicato stampa

Metropolitana di superficie, la Provincia chiede un tavolo di discussione

2' di lettura
104

Il Presidente Carnevali chiede un confronto tra la Regione e tutti i soggetti coinvolti nella realizzazione dell’Alta Velocità e della metropolitana di superficie: "L’Alta Velocità e la metropolitana di superficie sono opere strategiche fondamentali ed è quindi necessario che tutti siano coinvolti attraverso un tavolo di discussione"

“Spero vivamente che il dibattito di questi giorni sulla metropolitana di superficie e sulle prospettive della linea ferroviaria adriatica, non sia solamente un argomento elettorale e che, una volta eletti, i sindaci di Ancona e Falconara cada nel vuoto – dichiara il Presidente della provincia Daniele Carnevali. Progettualità queste che storicamente sono al centro dell’interesse dell’ente – “Un tema di tale portata non può essere affrontato solo dalla Regione e mi aspetto che terminate le elezioni, vengano coinvolti tutti i soggetti interessati come le Province, i Comuni ed anche i tecnici delle Ferrovie. Tale progetto aveva trovato la propria origine con la Provincia di Ancona trent’anni fa ed oggi diventa ancora più urgente di allora discuterne per i temi legati alla sostenibilità ambientale del trasporto pubblico. Inoltre non è in gioco solamente la connessione del territorio provinciale con Ancona ma in ballo c’è Il futuro della dorsale adriatica: con il corridoio adriatico-baltico il traffico merci da qui a pochi anni diventerà insostenibile in una linea che già oggi è satura e dove basta un incidente per bloccare il passaggio dei treni per ore. L’Alta Velocità e la metropolitana di superficie sono opere strategiche fondamentali ed è quindi necessario che tutti siano coinvolti attraverso un tavolo di discussione che permetta un confronto ampio e approfondito su un tema che è decisivo per lo sviluppo del nostro territorio, e sulla sua appetibilità dal punto di vista turistico ed imprenditoriale.”



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-03-2023 alle 18:56 sul giornale del 23 marzo 2023 - 104 letture






qrcode