contatore accessi free

Elezioni Ancona: Elly Schlein “Sconfitta netta ma non si cambia il in due mesi. Ricostruiamo il campo della sinistra”

2' di lettura Ancona 30/05/2023 - Così commenta l’esito elettorale delle amministrative 2023 la segretaria del Partito Democratico. Un voto che ha visto i Dem sconfitti in tutti i capoluoghi di provincia (tranne Vicenza), compresa la roccaforte rossa Ancona

«La Sconfitta è netta. Le elezioni amministrative hanno dimostrano che il vento a favore delle destre è ancora forte. Ringraziamo i nostri candidati. Sapevamo che sarebbe stato difficile non si ricostruire in due mesi e non si passa mai dalle singole persone. Ci vorrà un tempo più lungo per ricostruire fiducia e un centrosinistra vincente».

Una ammissione di sconfitta quella i Elly Schlein che però lascia la patata bollente delle responsabilità della sconfitta nelle mani di Ida Simonella. Se infatti il Partito Democratico perde sistematicamente in tutti i capoluoghi di provincia, ad eccezione di Vicenza, la segretaria del PD ricorda a tutti di essersi insediata solo due mesi fa, quando le primarie anconetane avevano già indicato Ida Simonella come la candidata della coalizione di centrosinistra.

Elly Schlein traccia fin da subito anche quella che sarà la nuova linea del Partito Democratico, per assumere una identità più vicina a quella immaginata dalla neo segretaria: «Il fatto che il PD sia il primo partito nel voto di lista non è una consolazione. Da soli non si vince. C’è da ricostruire un campo alternativo ad una destra divisa su tanti temi, ma unita al momento di andare al voto. Sentiamo la responsabilità della costruzione di un campo che contenda alla destra la vittoria, ma è una responsabilità che non riguarda soltanto il Partito Democratico». Una strategia generica per l’Italia, ma che ad Ancona prende il nome di Francesco Rubini e Altra Idea di Città. I timidi tentativi di dialogo in prossimità del voto di ballottaggio tra Rubini e Simonella (qui l’articolo) potrebbero non essere sufficienti ad innescare quella condivisione di intenti auspicata dalla Segreteria Nazionale.

Non parla solo di alleanze infatti Elly Schlein, che annuncia rivoluzioni soprattutto dal punto di vista dei contenuti: «Noi stiamo rilanciando la nostra proposta sui temi cruciali, ma quella dei capoluoghi è una sconfitta e come tale la viviamo». E a dividere la sinistra anconetana erano strati proprio i temi ed un tema in particolare, capace di far perdere alla colazione l’alleato Europa Verde e allontanare l’elettorato di AIC e M5S anche nel secondo turno: L’Area Marina Protetta promette di tornare a tormentare i sonni già agitati del PD anconetano.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatasapp e Telegram di Vivere Ancona.
Per Whatsapp aggiungere il numero 350.0532033 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero un messaggio.
Per Telegram cercare il canale @vivereAncona o cliccare su t.me/vivereancona
Seguici su Facebook e Twitter

   

di  Filippo Alfieri
redazione@vivereancona.it





Questo è un articolo pubblicato il 30-05-2023 alle 08:30 sul giornale del 30 maggio 2023 - 544 letture

In questo articolo si parla di politica, ancona, partito democratico ancona, area marina protetta, elezioni ancona, Francesco Rubini, elly schlein, articolo, Filippo Alfieri, altra idea di città, voto ancona, ballottaggio ancona

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/eaCn





logoEV
logoEV
qrcode