contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Torre civica di Piazza del Plebiscito, illustrato e approvato dalla giunta l'ntervento di consolidamento e restauro

1' di lettura
62

Focus dell'Amministrazione comunale sulla Torre civica di Piazza del Plebiscito, uno degli elementi architettonici più importanti che caratterizzano la piazza cittadina di maggior pregio storico-artistico e il capoluogo dorico nel suo complesso.

Con i suoi 40 metri di altezza si erge addossata al Palazzo del Governo, opera architettonica attribuita all'architetto Francesco Di Giorgio Martini, stagliandosi sulla città vecchia ed è dichiarato bene di interesse storico-architettonico, perciò subordinato, rispetto ad ogni intervento che lo riguarda, alla autorizzazione della Soprintendenza Archeologica Belle Arti e Paesaggio. Il pregevole monumento -in epoca moderna oggetto di intervento a seguito del terremoto del 1972 e, in seguito, di un'opera di restauro nei primi anni Duemila (che ha riguardato i soli primi due ordini, dal basamento al balcone)- è stato al centro dell'ultima seduta della giunta comunale.

All'Esecutivo è stato difatti illustrato da assessore e tecnici dell' Area Opere Pubbliche-Protezione Civile l'intervento di consolidamento e restauro della Torre civica che prevede oltre agli aspetti strutturali il ripristino delle superfici in pietra ed in mattoni, in particolare del grande quadrante in pietra dell'orologio, che richiederà un accurato intervento di restauro. Il complesso intervento è stato inserito nel Programma Triennale delle Opere Pubbliche, approvato dal consiglio comunale e finanziato con 300.000 euro (Fondi Centro Storico) e, inoltre, con un ulteriore finanziamenti di pari importo (Ministero Infrastrutture). Data la natura dell'intervento è stato redatto ed approvato il Documento di Indirizzo alla Progettazione a cura dell'U.O Interventi sul patrimonio storico-artistico-monumentale.

Contiene gli indirizzi utili per il conseguimento degli obiettivi enunciati.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-05-2024 alle 12:53 sul giornale del 25 maggio 2024 - 62 letture






qrcode