contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > CRONACA
comunicato stampa

Minaccia la sua ex con un coltello poi aggredisce i poliziotti, arrestato

3' di lettura
132

polizia pesaro

In tarda serata di lunedì, le Volanti sono intervenute presso un'abitazione di via Flaminia, ove era stata segnalata una lite in famiglia.

Giunti sul posto, i poliziotti sorprendevano un soggetto di sesso maschile sul davanzale di una finestra nel tentativo di darsi alla fuga. Veniva immediatamente bloccato. Sia lui, un cittadino egiziano di 24 anni pluripregiudicato, che due donne, madre e figlia vent'enne, di origini tunisine, presenti nell'abitazione risultavano in forte stato di agitazione. Gli operatori riuscivano a calmare gli animi, separando le parti antagoniste, acquisendo le informazioni sulle cause del litigio furibondo, in considerazione delle condizioni in cui si trovava l'appartamento che appariva letteralmente a soqquadro. Mentre l'uomo riferiva di intrattenere una relazione sentimentale con la giovane donna e proprio con lei era nata un'accesa discussione per motivi di gelosia, passata alle vie di fatto, la ragazza, invece, riferiva che da parte sua la relazione si era conclusa già da tempo, a causa della sua eccessiva gelosia, anche se lui non voleva accettare la situazione.

Infatti, in diverse occasioni lui vedendola in compagnia di amiche o con un altro ragazzo, oltre ad insultarla pesantemente si comportava nei suoi confronti con disprezzo e violenza. In considerazione della sua condotta lei, per evitare di ricevere messaggi sulle varie piattaforme dei social, bloccava il suo numero di cellullare ,inoltre non frequentava più i luoghi ove pensava di poterlo incontrare. Riferiva che quella stessa sera era stata da lui minacciata con un coltello. Lei si era recata presso la sua abitazione, in cui veniva ospitata momentaneamente la propria madre, per ritirare il caricabatteria del cellulare, attendendo il suo ex in strada. A seguito di una discussione lui, dopo averla strattonata e fatta cadere a terra, con fare minaccioso le brandiva il coltello e glielo puntava al collo. Provvidenziale era stato l'intervento della madre che li aveva divisi e fatti rientrare in casa. Nel racconto, riferiva inoltre del possesso da parte dell'uomo di una pistola.

I poliziotti trovavano in una camera dell'appartamento dell'egiziano l'arma, una scacciancani alterata poichè priva del "tappo rosso di sicurezza", nonché il coltello descritto dalla ragazza e da lui utilizzato per minacciarla. Inoltre, gli Agenti rinvenivano, sempre nell'appartamento, della sostanza stupefacente avvolta nella carta stagnola, poi accertata essere di tipo "marijuana", mentre nel borsello dell'uomo rinvenivano delle compresse di farmaci con principi di sostanza stupefacente di cui lui non dimostrava alcuna prescrizione medica.

Il cittadino egiziano, avendo compreso l'intenzione dei poliziotti di condurlo presso gli Uffici della Questura, si irritava violentemente, tentando dapprima la fuga dalla porta d'ingresso dell'abitazione, venendo immediatamente bloccato dagli Agenti, e successivamente brandendo dei coltelli tentava di attingere con dei fendenti i poliziotti. Uno degli Agenti, per scongiurare il peggio, immobilizzava l'uomo utilizzando il teaser in dotazione. Una volta in sicurezza, l'uomo veniva condotto presso gli Uffici di Polizia, dove quello reiterava atteggiamenti violenti.

Al termine delle procedure di identificazione, veniva tratto in arresto, con trattenimento presso la locale Casa Circondariale a disposizione dell'Autorità Giudiziaria, per i reati di atti persecutori, avendo la sua ex ragazza formalizzato la denuncia nei suoi confronti, per resistenza e violenza a P.U., nonchè denunciato per possesso ingiustificato di oggetti atti ad offendere ed inoltre gli veniva contestata la sanzione amministrativa prevista dalla normativa concernenti le sostanze stupefacenti.

Successivamente verrà valutata la sua posizione irregolare sul territorio nazionale.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatasapp e Telegram di Vivere Ancona.
Per Whatsapp iscriversi al canale https://vivere.me/waVivereAncona oppure aggiungere il numero 350.0532033 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero un messaggio.
Per Telegram cercare il canale @vivereAncona o cliccare su t.me/vivereancona
Seguici su Facebook e Twitter


polizia pesaro

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-05-2024 alle 16:22 sul giornale del 29 maggio 2024 - 132 letture






qrcode