contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > POLITICA
comunicato stampa

Giovedì manifestazione regionale del Comitato difesa scuola pubblica

2' di lettura
1063

scuola

Giovedì 25 Giugno si terrà l amanifestazione \"Salviamo la scuola pubblica\".  Venite a vedere quanta scuola \"meno\" avremo il prossimo anno scolastico con il taglio di 37.000 posti... Cosa succederà se ne taglieranno altri 5.000 a settembre?

DICIAMO NO
Al taglio di 297 docenti e 135 personale ATA nella provincia di Ancona.
Al vero e proprio licenziamento di più di 400 lavoratori precari della scuola.

PER DIFENDERE
I posti di lavoro e l\'unitarietà del sistema pubblico di istruzione
Il futuro dei nostri figli, dei nostri nipoti, del nostro paese.

PERCHE\' le famiglie hanno chiesto una scuola di qualità
- Con le ORE DI COMPRESENZA dei docenti per poter realizzare attività di laboratorio con piccoli gruppi, il recupero dei bambini in difficoltà, l’accoglienza dei bambini stranieri.
- Con un TEMPO SCUOLA DISTESO di 30 ore per il tempo normale o di 40 ore per il tempo pieno nella scuola primaria, con il tempo prolungato e i laboratori nella scuola media nelle modalità scelte dalle scuole e dalle famiglie
- Con una scuola dell’infanzia PER TUTTI e aperta mattino e pomeriggio

ED INVECE LA SCUOLA A SETTEMBRE SARA’....
MENO RICCA di discipline, di indirizzi, di contenuti, di tempo scuola
MENO SICURA, per le classi sempre più numerose e il personale collaboratore scolastico sempre più insufficiente
MENO EFFICIENTE per il taglio del personale Amministrativo e Tecnico
MENO ACCOGLIENTE per gli alunni stranieri e con disabilità
MENO INCLUSIVA per tutti quei bambini che sono in difficoltà ed hanno più bisogno degli altri

DICIAMO NO
Alla riforma Gelmini che una riforma non è.
Al Maestro unico bocciato sonoramente da tutte le famiglie.
Al D.D.L. APREA e alla separazione del personale docente e ATA.
Ad una vera e propria controriforma della scuola.
Ai tagli sulle supplenze.

Non volgiamo le scuole trasformate in fondazioni e privatizzate!




scuola

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-06-2009 alle 17:09 sul giornale del 22 giugno 2009 - 1063 letture