contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Massimo Cacciari sul palcoscenico di 'Amo la Mole'

2' di lettura
1053

massimo cacciari

E’ il grande tema del nostro tempo e trasversale ai vari ambiti dell’agire: l’etica, infatti, interpella tutti ed è, in particolare, oggetto di riflessione da parte di filosofi, teologi e scienziati. E il dibattito sulle questioni etiche appare estremamente coinvolgente, specialmente in alcuni campi, tra cui quello sociale rivesta una importanza rilevante.

Torna, dunque, utile la possibilità di ragionare sull’argomento e di farlo in un luogo suggestivo come la Mole Vanvitelliana e con un grande pensatore come Massimo Cacciari, il quale di etica parlerà mercoledì 28 luglio alle ore 21,30 nella corte della Mole nell’ambito dello straordinario contenitore culturale significativamente intitolato “Amo la Mole. Un palcoscenico sul mare”, che, promosso dal Comune di Ancona e sponsorizzato dalla Cariverona, sta caratterizzando con grande successo l’estate dorica 2010.

C’è grande attesa per l’incontro con Cacciari che ad Ancona ha già partecipato ad altre due storiche rassegne: “Le parole della filosofia” al Teatro Sperimentale e “Le ragioni della parola” al Parco da Emilia di Portonovo. Ora l’incontro di mercoledì 28 è stato predisposto in un ambiente per 700 persone (450 sedute e 250 in piedi) e, ancora una volta, la manifestazione si preannuncia un’occasione preziosa per “esercitare il pensiero” in compagnia di un filosofo di razza qual è Cacciari.

Personaggio molto noto per i suoi incarichi politici ed amministrativi (in passato è stato parlamentare italiano ed europeo e più volte sindaco di Venezia), per i suoi interventi in trasmissioni televisive e radiofoniche, e per i suoi libri: da quelli più impegnativi, come Dell’origine e Della cosa ultima, a quelli più accessibili come Geofilosofia dell’Europa e Arcipelago (tutti pubblicati dall’editore Adelphi), Cacciari In ogni caso si è fatto apprezzare per la originalità e la lucidità dei suoi contributi, che lo hanno reso un autentico personaggio capace di interpretare il nostro tempo senza cedere al prassismo e al moralismo.

Da qui il progetto di una nuova etica che renda “abitatori del proprio tempo”, a cominciare dalla capacità di “abitare la città”: sarà questo il tema che il filosofo veneziano svilupperà ad Ancona. L’incontro, a ingresso gratuito e limitato a 700 persone, sarà introdotto e guidato dal presidente della Società Filosofica Italiana di Ancona, Giancarlo Galeazzi, il quale sottolinea l’importanza dei due incontri filosofici programmati –quello con Massimo Cacciari sull’etica e quello successivo con Paolo Rossi Monti sulla tecnica- che sono stati inseriti nel cartellone di “Amo la Mole”, permettendo così di proseguire quegli incontri denominati “Le ragioni della parola” che da cinque anni caratterizzano filosoficamente la stagione estiva e quella autunnale di Ancona come invito a riscoprire i grandi temi del nostro tempo.





massimo cacciari

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-07-2010 alle 17:35 sul giornale del 28 luglio 2010 - 1053 letture