contatore accessi free

Muse: stagione Lirica 2011, al via dal 24 novembre gli abbonamenti

teatro muse 6' di lettura Ancona 16/11/2011 -

La Stagione Lirica 2011/12 della Fondazione Teatro delle Muse si apre il 27 e il 29 gennaio 2012 con l’opera Le nozze di Figaro di Wolfgang Amadeus Mozart con direttore d’orchestra Guillaume Tourniaire con la regia, scene e costumi di Pier Luigi Pizzi. Gli interpreti principali dell’opera sono Carmela Remigio, Alessandro Luongo, Riccardo Novaro, Adriana Kučerova, Giacinta Nicotra. L’opera è un nuovo allestimento della Fondazione Teatro delle Muse e chiude la trilogia Mozart dopo il Così fan tutte dello scorso anno e il Don Giovanni di due stagioni fa realizzate in coproduzione con lo Sferisterio Opera Festival.



Le nozze di Figaro è una commedia per musica in quattro atti di Wolfgang Amadeus Mozart su libretto di Lorenzo Da Ponte tratta da Le Mariane de Figaro di Pierre-Augustin Caron de Beaumarchais. La prima rappresentazione avvenne al Burgtheater di Vienna il 1 maggio 1786. Le Nozze di Figaro segna il sodalizio artistico tra Mozart e Da Ponte nonostante i problemi di censura che la commedia di Beaumarchais “scritta troppo liberamente per un costumato uditorio” si portava dietro è considerato uno degli esempi più perfetti di drammaturgia musicale. Buona parte della storiografia musicale ritiene che l’imperatore Giuseppe II abbia avuto un ruolo di primissimo piano nel progetto e che abbia ottenuto da Da Ponte l’omissione delle tirate politiche senza per questo intaccare la trama, perfettamente adeguata alle sue idee di monarca illuminato e alla sua opera fustigatrice del malcostume aristocratico. L’attualità della trama e la perfezione del ritmo teatrale rendono Le nozze di Figaro il più grande successo dell’intera carriera artistica di Mozart.

Partecipano la FORM-Orchestra Filarmonica Marchigiana e il Coro Lirico Marchigiano “Vincenzo Bellini” con Maestro del Coro Simone Baiocchi. Torna la grande danza ad Ancona, il cartellone infatti si chiude con Il Balletto Accademico di Stato di San Pietroburgo, che si esibirà ne Il Lago dei Cigni, musica di Piotr Iľjič Čajkovskij e coreografie Marius Petipa e Lev Ivanov il 21 e il 22 aprile con la partecipazione della FORM-Orchestra Filarmonica Marchigiana diretta dal M° Mikhail Gertz. Il Balletto Accademico di Stato di San Pietroburgo fondato da Leonid Jacobson unisce nel suo repertorio passato e presente, precisione tecnica ed espressione, tradizione e modernità. Fondato nel 1969 da uno dei più famosi coreografi del XX secolo, Leonid Jacobson la Compagnia di ballo è diventata in breve tempo un importante punto di riferimento nella storia della cultura russa del Balletto. Nel 1976, alla morte di Leonid Yacobson, la sua eredità è stata raccolta da Asol’k Makarov, suo caro amico e stimato artista. Durante gli anni della sua direzione oltre venti coreografi russi e stranieri hanno lavorato con la compagnia, tra i quali: Georgij Aleksidze, Leonid Lebedev, Ditmar Zeiffert, Ann Hutchinson. Gli anni di lavoro su diverse tecniche e diversi metodi, basandosi sempre sul repertorio classico, hanno fatto sì che la compagnia si sia fatta conoscere anche fuori dalla Russia. Ad oggi la compagnia continua a mantenere viva la tradizione del suo repertorio, proteggendo il lascito del suo fondatore, ma allo stesso tempo sviluppa una direzione più moderna. La compagnia è composta da 75 ballerini, e si è esibita in tantissimi Paesi, tra i quali: il Sud Africa, la Spagna, Israele, la Grecia, il Giappone, la Germania, l’Olanda e gli Stai Uniti.

È’ stata insignita in Russia di due prestigiosi premi teatrali, il premio “Heritage” e il premio “Golden Sofit”. La Stagione vanta quest’anno l’esecuzione della Sinfonia n.9 in re minore op.125 di Ludwig van Beethoven il 23 marzo che vede protagonista il Coro Lirico Marchigiano “Vincenzo Bellini” con Maestro del Coro Simone Baiocchi e la FORM-Orchestra Filarmonica Marchigiana diretta dal M° Hubert Soudant. Splendida e spaventosa, eccessiva, incontenibile, fuori misura nelle proporzioni, nella forma e nel suono; piena di dolcezze e di violenze, di edificazioni e di catastrofi, di trionfi e di apocalissi; rigorosa nel pensiero, seria di spirito ma sontuosamente adorna, barocca nell’impalcatura e nella veste espressiva più ancora delle opere di Bach e di Haendel cui si ispira, la Nona è coraggiosamente refrattaria al bello classico e non può essere racchiusa, pur appartenendogli formalmente, entro il genere tradizionale della sinfonia: essa è una cupola di suoni che provoca vertigine, un’emozionante visione musicale che raddensa in se stessa tutta la storia umana, dal caos primigenio alla civiltà della Ragione, facendola gloriosamente esplodere, nel suo parossistico finale che assiepa strumenti, coro e voci soliste a celebrare la solenne liturgia laica della fratellanza universale, in un accecante-assordante fuoco d’artificio.

In cartellone il Recital per l’8° edizione del Premio Internazionale “Franco Corelli” attribuito al tenore Paolo Fanale per il suo ruolo di Ferrando nel Così fan tutte prodotto e messo in scena lo scorso anno dalla Fondazione Teatro delle Muse in coproduzione con Sferisterio Opera Festival. Paolo Fanale si esibirà su musiche di Gaetano Donizetti, Wolfgang Amadeus Mozart, Charles Gounod, Giuseppe Verdi il 18 febbraio 2012 accompagnato dalla FORM-Orchestra Filarmonica Marchigiana diretta dal M°Carla Delfrate. In cartellone il 25 febbraio il concerto in collaborazione con gli Amici della Musica “Guido Michelli”, di Luigi Piovano al violoncello e Antonio Pappano al pianoforte che eseguiranno musiche di Giovanni Battista Cirri, Ludwig van Beethoven, Giuseppe Martucci, Johannes Brahms. Antonio Pappano, uno dei massimi direttori d’orchestra del nostro tempo, ma anche un grande pianista insieme a Luigi Piovano, uno dei principali e brillanti violoncellisti italiani, si esibiranno in uno dei due unici concerti italiani del 2012.

LA CAMPAGNA DEI NUOVI ABBONAMENTI prende il via il 24 novembre presso la biglietteria del Teatro delle Muse 071 52525 biglietteria@teatrodellemuse.org dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 16.30, il sabato dalle 17.00 alle 19.30 - dal 24novembre NUOVI ABBONAMENTI LIRICA E BALLETTO - dal 5 dicembre NUOVI ABBONAMENTI CONCETRTI SINFONICA - dal 15 dicembre VENDITA SINGOLI BIGLIETTI - dal 27 dicembre VENDITA ON LINE www.geticket.it La Stagione Lirica 2011-2012 della Fondazione Teatro delle Muse è sostenuta dal contributo del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, dalla Regione Marche e dai Soci Fondatori: Comune di Ancona, Provincia di Ancona, Camera di Commercio di Ancona e da altri partner privati.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-11-2011 alle 12:20 sul giornale del 17 novembre 2011 - 566 letture

In questo articolo si parla di teatro, ancona, spettacoli, teatro delle muse, teatro muse, fondazione teatro delle muse

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/rIA





logoEV
logoEV