contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Concluso il Forum delle Città dell’Adriatico e dello Ionio, documento finale sulla Macroregione

4' di lettura
704

michele brisighelli

Si è conclusa venerdì ad Ancona, in un clima di forte partecipazione e consapevolezza, la XIII sessione plenaria del Forum delle Città dell’Adriatico e dello Ionio affiancato quest’anno per la prima volta dal Forum dei giovani.

Il documento finale, letto dal Segretario Michele Brisighelli, sancisce l’impegno della rete delle città verso il riconoscimento pieno della Macroregione Adriatico Ionica in questi termini:
Il Forum delle città dell’Adriatico e dello Ionio ribadisce l’impegno a sviluppare nei luoghi e nelle sedi più opportune a livello locale, interregionale e internazionale …..le ragioni e le iniziative utili al positivo e celere processo di riconoscimento della macroregione Adriatico Ionica; la volontà di sostenere un ruolo attivo e propositivo….., l’impegno a sviluppare e mettere in rete le esperienze e le potenzialità presenti nelle comunità presenti . la volontà di promuovere progettualità ampie e condivise nei settori che sono prossimi ai compiti istituzionali degli enti locali al fine di sostenere il potenziamento del sistema infrastrutturale viario…., .lo sviluppo di attività economiche e sociali…...,lo sviluppo urbano sostenibile….., l’innovazione tecnologica, la salvaguardia dell’ambiente, la libera circolazione di persone, merci e servizi, la cultura, il sistema dell’istruzione, della formazione e della conoscenza, l’armonizzazione delle politiche del welfare, la promozione di azioni locali del tipo people-to-people, di collegamento tra i popoli, in una dimensione di solidarietà e di pace.” (SINTESI)

A plaudire il lavoro svolto dal Forum anche il presidente della Giunta regionale delle Marche Gian Mario Spacca che si è detto convinto che “la strategia della Macroregione Adriatico Ionica potrà concretizzarsi pienamente se sarà garantito il convinto supporto di tutti i soggetti interessati. In questa prospettiva il ruolo delle reti è fondamentale, il Forum opera in questa prospettiva a supporto della strategia. E lo fa coinvolgendo direttamente le città, le comunità locali, che sono poi le vere protagoniste del percorso che ci porterà nel 2014 all’ufficializzazione della Macroregione. A cittadini, enti ed imprese va spiegata soprattutto la concretezza del progetto e alle nuove generazioni – e questo gli animatori del Forum delle città dell’Adriatico e dello Ionio lo hanno compreso perfettamente – spetta il compito di far crescere la Macroregione sulle fondamenta che noi tutti, oggi, stiamo gettando”.

Protagonisti dell’ultima giornata i ragazzi pervenuti ad Ancona da tutte le città delle due sponde associate al Forum, al centro di due premiazione che hanno coinvolto. fortemente l’auditorio del teatro delle Muse: la prima ha riguardato la creazione di un logo per AdriTwinning, il nuovo portale dedicato ai gemellaggi fra le scuole e il
mondo giovanile, dedicato in modo specifico ai territori che si affacciano lungo le due sponde dei mari Adriatico e Ionio, la seconda un concorso fotografico internazionale (cui hanno partecipato 873 giovani) “Il mondo nel mio sguardo”, collocato all’interno di un Piano di azione interregionale. Momenti di grande entusiasmo tra studenti, insegnanti e anche Autorità –in prima fila il sindaco Fiorello Gramillano e la presidente della Provincia di Ancona Patrizia Casagrande- per l’attribuzione di questi riconoscimenti che sanciscono la bontà della rete delle città e sviluppano un forte senso di identità e di appartenenza al comune bacino Adriatico.

Subito dopo si è entrato nel vivo delle tematiche ambientali, sempre molto avvertite dai giovani con gli interventi dell’assessore all’Ambiente del Comune di Ancona, Diego Franzoni e di Marco Cardinaletti, referente del progetto ACT. : il primo si è detto ottimista per il futuro dei giovani, agevolati dalle nuove normative e più sensibilizzati delle vecchie generazioni rispetto alla salvaguardia dell’ambiente. Lotta alle polveri sottili, risparmio energetico, utilizzo delle fonti rinnovabili, uso minimo delle materie prime, incremento del recupero e riciclo dei rifiuti e tutela del mare: l’assessore non ha omesso nessuna delle azioni finalizzate ad uno sviluppo sostenibile necessario per la crescita e lo sviluppo della macroarea in cui viviamo. Il secondo, Cardinaletti ha spiegato ai giovani presenti le cause del cambiamento climatico e i pericoli legati al global warming.
Nel corso dell’ultima giornata con grande orgoglio il segretario Brisighelli ha dato l’annuncio dell’emissione del primo francobollo del Forum delle città dell’Adriatico e dello Ionio, realizzato dalle Poste albanesi al termine di iter piuttosto complesso.

“Ne siamo orgogliosi- ha riferito il Direttore generale delle Poste albanesi, Arquile Gorea- perché crediamo che noi albanesi e tutti i popoli che aderiscono al Forum si sentano più integrati e sempre più europei. In Albania stiamo inaugurando il Corridoio 8 che collega l’Adriatico con il Mar Nero, stiamo lavorando ad importanti infrastrutture e l’input ci viene anche dal far parte di questa rete di città, che ha offerto stimoli e supporto. Il materiale più importante del Forum è quello umano”.





michele brisighelli

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-12-2011 alle 23:43 sul giornale del 19 dicembre 2011 - 704 letture