contatore accessi free

'In'decoro urbano tra 'sirighe e discariche', ecco l'altra Ancona

indecoro urbano 2' di lettura Ancona 09/03/2012 - "E’ passato un mese dalla nevicata e ancora, oggi, Ancona si deve rialzare da un persistente degrado e decoro. E’ opinabile come i nostri Amministratori e quelli di AnconAmbiente gestiscono il degrado e il decoro di questa città." Questa la denuncia di un anconetano. Tornambene: 'Ancona una città che si sta spegnedo!'

E’ passato un mese dalla nevicata e ancora, oggi, Ancona si deve rialzare da un persistente degrado e decoro. E’ opinabile come i nostri Amministratori e quelli di AnconAmbiente gestiscono il degrado e il decoro di questa città.

Gli Amministratori Comunale sono alla ricerca dei numeri e di poltrone per gestire Amministrativamente Ancona, Gli Amministratori di AnconAmbiente presumibilmente trascura la pulizia della nostra bella città. Non si capisce quali direttive danno agli Operatori Ecologici poiché questi puliscono a macchia di leopardo. Ciascuno è responsabile dei propri successi come dei propri fallimenti.

In questi giorni lo scrivente con alcuni cittadini faceva dei sopralluoghi, dove si poteva notare che di qualsiasi zona presa a campione, esisteva un degrado assoluto.

In Via Mariani altezza parcheggio, si nota l’Operatore Ecologico non passa da molto tempo a ramazzare e bisogna stare attenti dove si mette i piedi tra escrementi di animali che si stanno amalgamando con il marciapiede, per non parlare della siringa in bella vista, dietro alla scuola.

In Via De Gasperi, invece, cassonetti stracolmi di sacchetti per i rifiuti. E poi caditoie e griglie otturate. Ed ancora Via Esino (Torrette di Ancona) l’edificio viola si trova in pessime condizioni. Lavori in corso, per cambiare il parcheggio con una piazzetta, prima sarebbe stato meglio fare il restyling dell’edificio. Speriamo che al termine dei lavori installino le vere telecamere per un maggiore controllo.

Via A. Grandi poi è una zona con discarica a cielo aperto dove si può trovare di tutto e di più! E ancora alberi spezzati e marciapiedi invasi da canne secche. E per finire Via Grotte/Via Conca (dopo il cimitero a destra) con un'altra discarica a cielo aperto. Alcuni cittadini della zona dicono che tale discarica esiste da prima della nevicata, inoltre si chiedono ma chi dovrebbe controllare? Questo me lo chiedo anch’io. Non voglio pensare che con quest’andazzo Ancona perdesse la facoltà di essere capoluogo di Regione.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-03-2012 alle 19:30 sul giornale del 10 marzo 2012 - 775 letture

In questo articolo si parla di attualità, ancona, Salvatore Tornambene

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/wik





logoEV
logoEV