contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Camerano: ass. Renato, 'Approvata la mensa scolastica a ridotto impatto ambientale'

2' di lettura
1745

Parte a Camerano il piano d’azione voluto dall’Assessorato all’Ambiente per ridurre l’impatto ambientale nel servizio di ristorazione per le scuole dell’infanzia, le scuole primarie e la fornitura pasti per l’asilo nido e il centro sociale.

Nel Consiglio comunale del 20/04/2021 è stato infatti approvata la proposta di affidamento in concessione del servizio di refezione scolastica a ridotto impatto ambientale che recepisce il DM 25 luglio 2011 del Ministero dell’Ambiente. Il DM indica i criteri ambientali minimi per gli appalti di ristorazione collettiva e derrate alimentari e non punta solamente a ridurre l’impatto ambientale della produzione, preparazione e somministrazione degli alimenti e delle bevande, ma coinvolge diversi aspetti della ristorazione. Nello specifico la ditta aggiudicataria dell’appalto dovrà eseguire il contratto in modo da arrecare il minore impatto possibile sull’ambiente attraverso l’applicazione di un sistema di gestione ambientale che deve perseguire l’obiettivo di un progressivo ed ulteriore miglioramento della qualità e della economicità dello stesso. Altre specifiche tecniche di base del capitolato prevedono: - erogazione di prodotti biologici e della carne certificata marchigiana; - non dovranno essere utilizzate acqua e bevande confezionate, se non per specifiche e documentate esigenze tecniche.

Dovrà pertanto essere individuata la soluzione più idonea in base all’utenza e al contesto, prevedendo l’utilizzo di acqua e bevande sfuse; - nel caso di utilizzo di prodotti in carta, il fornitore deve utilizzare prodotti che rispettino i criteri ecologici; - nella fase di somministrazione e consumo dei pasti, l’aggiudicatario dell’appalto dovrà utilizzare posate, stoviglie e bicchieri riutilizzabili (in ceramica, vetro, metallo, etc.).

Qualora, per documentate esigenze tecniche, ciò non sia possibile, si potrà far ricorso ai prodotti monouso utilizzando posate, stoviglie e bicchieri biodegradabili e compostabili; - l’aggiudicatario deve utilizzare mezzi di trasporto a basso impatto ambientale per il trasporto delle merci; - l’aggiudicatario deve utilizzare prodotti detergenti conformi alla vigente normativa sui detergenti; - l’aggiudicatario deve garantire una corretta gestione della raccolta differenziata dei rifiuti, coerente con le modalità di raccolta individuate dall’amministrazione comunale; - l’aggiudicatario deve garantire un’informazione agli utenti relativamente a alimentazione, salute ed ambiente, alla provenienza territoriale degli alimenti ed alla stagionalità degli stessi.

L’applicazione dei CAM (Criteri Ambientali Minimi) da parte del Comune di Camerano, faciliterà il raggiungimento degli obiettivi nazionali previsti dal PAN GPP (Piano d'azione per la sostenibilità ambientale dei consumi della pubblica amministrazione - Green Public Procurement) relativo alle gare di appalto “verdi”.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-04-2012 alle 19:56 sul giornale del 23 aprile 2012 - 1745 letture