contatore accessi free

'Nuove tecniche endoscopiche mini-invasive', si conclude così il convegno di neurochirurgia

convegno neurochirurgia 2' di lettura Ancona 06/07/2012 - Nuove tecniche mini-invasive endoscopiche , nella lotta ai tumori della base cranica.

E’ questo il tema centrale attorno al quale è ruotato il I° corso-convegno internazionale di “Neurochirurgia oncologica” nelle Marche che si è concluso ieri a Fermo. Una due giorni di dibattito scientifico iniziata ieri all’ospedale regionale di Torrette, organizzata dalla Clinica di Neurochirurgia degli Ospedali Riuniti di Ancona.

Nell’ambito del dibattito si sono esaminate le nuove metodologie basate sull’approccio endoscopico nei confronti tumori del base-cranio, le quali vengono applicate su alcune tipologie di pazienti che altrimenti con altre tecniche chirurgiche non sarebbero operabili.

Questo tipo di approccio è utilizzato all’ospedale regionale da ormai 5 anni e sono tra i 70 e gli 80 l’anno i casi trattati dalla Clinica di Neurochirurgia del professor Massimo Scerrati. “Consistono in alcune piccole incisioni nella zona posta tra la scatola cranica e le cavità nasali e paranasali – ha spiegato il professor Scerrati -.

Grazie a questo approccio si riescono a raggiungere organi interni e parti tumorali situate in zone molto difficili da raggiungere con altre tecniche chirurgiche” Tutto ciò reso possibile anche grazie alla “miniaturizzazione” della strumentazione utilizzata, sempre più semplice e sicura per l’operatore stesso.

Questo a sua volta, consente di ridurre ulteriormente i tempi dell’intervento chirurgico. Tantissimi sono i vantaggi anche per lo stesso paziente: durata della degenza più breve, miglior riuscita dell’ intervento e rapido reinserimento sociale, tra gli altri.

Presente al convegno anche il professor Fred Gentili, marchigiano di Sarnano e attuale direttore della Neurochirurgia dell'Università di Toronto. Uno dei maggiori “esperti a livello mondiale” del settore.

“Con il professor Fred Gentili – sottolinea Scerrati - abbiamo dei rapporti di cooperazione in quanto nel settore della chirurgia della base cranica è una delle massime autorità e il fatto che sia marchigiano è un motivo di vanto per le Marche.

Insieme a Gentili e al professor Mario Ammirati dell’Università di Columbus – ha concluso Scerrati - siamo giunti ad una intesa di massima, con la quale si consentirà ad alcuni nostri specializzandi di poter essere ospitati nelle loro strutture americane attraverso una borsa di studio per alta formazione”.

Hanno partecipato dall’America i massimi esperti a livello internazionale: il professor Fred Gentili, marchigiano di Sarnano (Mc) e attuale direttore della Neurochirurgia dell'Università di Toronto. Uno dei maggiori “esperti a livello mondiale” del settore.

Dall’università americana di Columbus (Ohio), anche il professor Mario Ammirati. Inoltre opportunità di “borse di studio” per Stati Uniti e Canada








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-07-2012 alle 17:46 sul giornale del 07 luglio 2012 - 627 letture

In questo articolo si parla di cultura, ancona, convegno, Il Giardino Scientifico, convegno neurochirurgia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/BiR





logoEV
logoEV