contatore accessi free

Favia (Idv): politica anconetana: 'Filosofia delle poltrone e casta. Ora basta: a casa!'. Il video

David Favia 3' di lettura Ancona 09/07/2012 - Il dipietrista Favia torna sulla politica anconetana e dice 'Spezzo una lancia a favore del segretario cittadino Perilli. Ma riferendosi a Gramillano e Giunta: "Ora basta, a casa!". "Solo 4 mesi fà l'accordo per far ripartire la macchina comunale ed a ora - replica Favia - tutto é rimasto immobile! Un richiamo al senso di responsabilità: vogliamo le garanzie che si riparta con l'attuazione del programma di febbraio. Tempo sprecato e fiducia tradita da questa amministrazione!".

"Noi dell'Idv siamo sempre stati critici rispetto a questa amministrazione - ha sottolineato più volte Favia - e l'ultima volta siamo rientrati nell'accordo solo per senso di responsabilità e per coerenza di coalizione." Ma stando alle parole dell'On. David Favia, segretario regionale dell'Italia dei Valori, ad oggi da quell'accordo nulla si sarebbe mosso. E' per questo che Favia ha ricordato al segretario cittadino che in qualità di quel ruolo é chiamato a fare rispettare quell'accordo.

E mentre Giaccaglia e Signorini hanno, a detta di Favia, dato onore al loro ruolo di assessori, poco meno per gli altri. "Giaccaglia e Signorini sono stati i due migliori assessori della Giunta. E per quanto concerne Giccaglia e la polvere a Portonovo si é tardato ad intervenire solo per motivi burocratici."

Favia non manca di evidenziare l'atteggiamento, a suo avviso, "politico" dei revisori dei Conti che hanno giocato un ruolo fondamentale nella recente politica anconetana per la questione "spinosa" del bilancio, tutt'oggi ancora in ballo. "Sono avvelenato - ha detto Favia - nei confronti dei revisori: hanno fatto letteralmente politica e terrorismo nei confornti dei consiglieri comunali. Rispondo solo alla Corte dei Conti, ma l'atteggiamento dei revisori é intollerabile."

Favia intanto avanza delle considerazioni sulla conferenza dei segretari di partito, lunedì 9 luglio, "Chiederò oggi al sindaco e al Pd cosa hanno intenzione di fare dal punto di vista dell'attuazione del programma. L'obiettivo principale é attuare il programma redatto a febbraio, in particolare la fusione delle Fondazioni Stabile-Muse. E non si dica che per un'altro anno verrà confermata la direttrice Muse Velia Papa per la governance, c'é bisogno di un manager. Non é più tempo di giochini!" "Né deve mancare un occhio - ha affermato Favia - alle aziende partecipate." Non si tollera neanche l'atteggiamento di Virgilio Rossi: "Ha fatto bocciare il bando per il consulente per i fondi europei."

"Il Comune - ha concluso Favia - va gestito come un'azienda privata, in termini di ore. Non si può attendere ad oltranza. Prendo le distanze dalla 'filosofia delle poltrone'. Qualcuno vuole svendere Prometeo, unica azienda sana." Ed ancora "Vogliono la presidenza di AnconaAmbiente, non ci interessa! - ha concluso Favia - Ma vogliamo persone valide: basta la casta, va spazzata via!".

Ed in previsione dell'incontro in previsione dell'incontro fra i segretari dell'attuale maggioranza previsto lunedì pomeriggio. Queste sono le premesse. Altrimenti l'Idv non ci stà e reclama le elezioni. Alla conferenza oltre al segretario regionale David Favia, anche il segretario provinciale Ennio Coltrinari, il Capogruppo cittadino Daniele Tagliacozzo, ma anche gli assessori Giaccaglia e Signorini e Roberto Raffaelli.








Questo è un articolo pubblicato il 09-07-2012 alle 17:51 sul giornale del 10 luglio 2012 - 1331 letture

In questo articolo si parla di attualità, ancona, david favia, idv, laura rotoloni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/BoM





logoEV
logoEV