contatore accessi free

Confcommercio, Cna, Confartigianato: 'Istituzioni e Banche devono contribuire al Fondo Regionale di Garanzia'

fiera ancona 2' di lettura Ancona 12/07/2012 - Protestano gli imprenditori perché così non si riesce ad andare avanti e sono a rischio chiusura moltissime aziende della nostra provincia.

In 300 si sono ritrovati alla Fiera di Ancona in un convegno organizzato da Confartigianato, Cna e Confcommercio, una azione di sensibilizzazione nei confronti di banche, Regione ed Istituzioni perché è a rischio la tenuta del tessuto imprenditoriale stretto tra la mancanza di liquidità e i ritardati pagamenti.

Le imprese sono agli sgoccioli di liquidità e le 3 C, Confartigianato, Cna Confcommercio, si appellano a tutte le Amministrazioni Pubbliche e agli Enti perché si rendano disponibili a destinare direttamente risorse da mettere a disposizione del Fondo che va implementato, a ogni costo.

Se, ad esempio, ognuno dei 49 Comuni della Provincia destinasse un contributo di 10 mila euro a favore del Fondo Regionale di Garanzia, i quasi 500 mila Euro potrebbero rendere possibili già 20 milioni di finanziamento per le imprese.

É in gioco il nostro futuro, è a rischio la coesione sociale. Secondo i dati diffusi durante il convegno “SOS Emergenza Credito” emerge che in provincia di Ancona la flessione è in media del 2,6 e i settori più colpiti sono quello manifatturiero (- 4,1%) e delle costruzioni (- 5,1%).

I rappresentanti delle 3 C, Massimiliano Polacco e Renato Frontini, Direttore e Vicepresidente provinciali Confcommercio, Otello Gregorini e Marco Tiranti, Direttore e Presidente provinciali CNA, Giorgio Cataldi Segretario Provinciale Confartigianato, e Sauro Vignoni presidente della Cooperativa Rabini di Confartigianato, hanno ribadito il proprio impegno: tramite i loro Confidi Confartigianato, CNA, Confcommercio hanno rilasciato nelle Marche garanzie alle banche per 554 milioni di euro; nella Provincia di Ancona garantiscono oltre 380 milioni di euro di finanziamenti, rilasciando 130 milioni di euro di garanzie.

Ora è il momento delle Istituzioni e delle Banche: va al più presto convocato un tavolo regionale per mettere a punto una strategia locale, per implementare i fondi di contro garanzia della Regione Marche, per potenziare i Confidi che da soli non ce la fanno più.

Inoltre è stato richiesto la costituzione di un tavolo permanente tra banche e associazioni che verifichi i possibili interventi per favorire l’accesso al credito. Le Associazione inoltre costituiranno un osservatorio che assegnerà un rating alle banche sulla base del loro comportamento.

All’incontro hanno partecipato Rodolfo Giampieri, Presidente CCIAA di Ancona, Massimo Bianconi, Presidente Commissione Regionale ABI ( ha ribadito come le banche stesse siano in difficoltà per l’effetto boomerang della moratoria, strette tra i parametri di Basilea), Il Vicepresidente del Consiglio regionale Giacomo Roberto Petrucci dell’UPI, Pietro Talarico, Dirigente Regione per il Commercio. Al Presidente Spacca, grande assente perché impegnato a Roma, verrà richiesto immediatamente un incontro per affrontare il problema credito.


da CNA - Confcommercio - Confartigianato
Provincia di Ancona







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-07-2012 alle 17:56 sul giornale del 13 luglio 2012 - 782 letture

In questo articolo si parla di attualità, confartigianato, confcommercio, ancona, cna, fiera

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/Bya





logoEV
logoEV