contatore accessi free

Gramillano: 'Malgari Amadei, coniugò ideali e battaglie con iniziative concrete'

Gramillano 2' di lettura Ancona 12/07/2012 - “Malgari Amadei Ferretti è stata un grande esempio per le donne di questa città e di questa nazione". Commenta così il sindaco di Ancona, Fiorello Gramillano, sulla scomparsa dell'ex deputata Amadei.

Ricordiamo il suo impegno antifascista a sostegno della democrazia, il suo indomito spirito di lotta per la rivendicazione dei diritti dei lavoratori e soprattutto il riconoscimento del ruolo delle donne nella vita sociale e nel mondo del lavoro.Nel suo impegno, prima in consiglio comunale, poi per tre legislature in Regione e di seguito alla Camera dei Deputati, si è sempre distinta per il rispetto e l’attaccamento alle istituzioni, baluardo della vita democratica del Paese.

Ha saputo sempre, nel corso degli anni, coniugare ideali e battaglie di principio con iniziative concrete. Molto ci mancheranno la sua saggezza, la sua esperienza, la sua instancabile forza in difesa dei diritti civili e dei più alti valori della persona umana”.

Con queste parole il Sindaco Fiorello Gramillano ha espresso il cordoglio della Città, di tutta l’Amministrazione e suo personale per la scomparsa di Malgari Amadei Ferretti, avvenuta nelle prime ore di stamane. Malgari Amadei Ferretti, madre dell’Assessore al Patrimonio Tamara Ferretti, fu anche Consigliere comunale di Ancona, eletta nel 1964.

Nel 1969 entrò a far parte del Comitato Centrale del PCI, mentre nel 1970 fu la prima ed unica donna ad essere eletta nella prima legislatura del Consiglio Regionale delle Marche dove venne riconfermata per altri due mandati, fino al 1983, per poi essere eletta alla Camera dei Deputati che lasciò nel 1987 per tornare in Consiglio comunale di Ancona fino al 1993.

Il suo tenace lavoro affinchè fossero salvaguardati i diritti delle donne e il diritto alla tutela della salute, a partire dai luoghi di lavoro, l’ha portata ad essere tra i protagonisti per la stesura del primo Statuto regionale che ha riconosciuto e valorizzato questi aspetti. Alla Camera dei Deputati è stata, tra l’altro, componente della commissione sanità. Nel corso del suo lungo impegno politico e istituzionale, inoltre, ha fatto ininterrottamente parte, dei comitati federale e regionale del PCI prima e del PDS poi, dove ha ricoperto, anche varie responsabilità nell'esecutivo e in diversi settori.

Proveniente da una famiglia antifascista, ha collaborato alla nascita dell'Unione Donne Italiane (UDI), di cui, nel corso degli anni, è stata dirigente provinciale, regionale e nazionale. Ha partecipato alle lotte degli operai e si è adoperata per la realizzazione di servizi a sostegno delle donne e della famiglia.

È citata nel libro “I treni della felicità” per la solidarietà organizzata nelle Marche, nel 1950, alle famiglie dei braccianti pugliesi in sciopero. Nel 1954 ha sposato Emilio Ferretti (il comandante partigiano “Ferro”) diventando poi madre di due figli.


da Fiorello Gramillano
sindaco di Ancona




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-07-2012 alle 16:40 sul giornale del 13 luglio 2012 - 612 letture

In questo articolo si parla di attualità, ancona, fiorello gramillano, gramillano, malgari Amadei

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/Bxz





logoEV
logoEV