contatore accessi free

Amo la Mole: Alessandro Bergonzoni in scena con 'Urge' il 22 luglio

Teatro generica 4' di lettura Ancona 17/07/2012 - Ad Alessandro Bergonzoni urge segnalarci delle differenze che, se trascurate, possono realmente cambiare il senso delle cose, come quella tra sogno e bisogno.

Ma anche dimostrare che la comicità è fatta di materiali non solo legati all’evidente o al rappresentato. E soprattutto mettere sotto i nostri occhi il suo “voto di vastità”, un vero e proprio canone artistico che lo obbliga a non distogliere mai gli occhi dal tutto. Un tutto composto dall’enormità e dall’invisibile, onirico, sciamanico e trascendentale.

E in questo tutto è essenziale anche lo spazio scenico, firmato sempre da Bergonzoni, così come la regia in collaborazione con Riccardo Rodolfi. “Urge” quindi verificare dalla platea questa ulteriore e necessaria scrittura comica di quello che senza dubbio è uno dei più originali artisti contemporanei. Dalle note di regia di Alessandro Bergonzoni : Stai colmo! Questo mi sono detto nel fare voto di vastità, scavando il fosse, usando il confine tra sogno e bisogno (l’incubo è confonderli).

Come un intimatore di alt, come un battitore di ciglia che mette all’asta gli apostrofi delle palpebre, come l’inventore del cuscino anticalvizie o del transatlantico anti aggressione, come chi è posseduto da sciamanesimo estatico, a suon di decibellezze da scorticanto, come giaguaro che diventa uno degli animali più lenti se in ascensore e come lumaca che diventa uno dei più veloci se in aereo, così tra tellurico e onirico, tra lo scoppio delle alte cariche dello stato (delle cose), tra me e me, in uno spazio da antipodi, in un limbo dell’imparadiso, (infermo di mente piu’ che fermo di mente), ho avuto un sentore: urge.

Il “voto di vastità” di cui parla Alessandro – aggiunge Riccardo Rodolfi che lo ha affiancato nella regia – lo obbliga, sia come uomo ma soprattutto come artista, a rivolgersi al tutto: un tutto che forzatamente non può non essere poi riversato anche sul palcoscenico per essere esibito con tutti i mezzi dell’arte autoriale prima ed attoriale poi. Un tutto perturbante che, forse, costringerà a considerare Bergonzoni non più solamente maestro di cerimonia di una liturgia comica ma anche strumento di correzione ottica per permettere di vedere meglio la vastità in cui siamo immersi.

Attenzione: lo stupore della scoperta può essere fragoroso. Il ricco cartellone di appuntamenti del Teatro Stabile delle Marche per Amo La Mole prosegue: il 24 luglio con Serena Sinigaglia che porta in scena al Teatro della Corte 1968 con la drammaturgia a cura di Paola Ponti e Serena Sinigaglia, la scenografia Maria Spazzi, i costumi di Federica Ponissi, le
luci di Alessandro Verazzi
e sulla scena: Beatrice Schiros, Irene Serini, Marcela Serli, Sandra Zoccolan 
musicisti Massimo Betti, Mauro Sinigaglia, Elvio Longato.

Gli appuntamenti proseguono il 12 agosto sempre alla Corte della Mole con Oblivion Show 2.0-Il Sussidiario il nuovo esilarante spettacolo del quintetto comico diretto da Gioele Dix. Il 15 agosto al Teatro della Corte appuntamento con l’artista più poliedrico del panorama circense: David Larible che porta in scena lo spettacolo da lui scritto, diretto e interpretato Il clown dei clown. Il 18 agosto in scena La Passion Predominante con Lunetta Savino e Paolo Bessegato.

Un recital di poesia erotica ammiccante, ironico e divertente, poetico e mai volgare che racchiude versi, rime, ritmi che alludono all’atto sessuale e riproducono i pensieri che scorrono nella mente dei due amanti nel momento del piacere. Le musiche originali e gli arrangiamenti sono curati da Giovanni Seneca.

Il costo del biglietto è di 10 euro Urge, 1968, Oblivion show 2.0 Il sussidiario, Passion predominante per Il clown dei clown il costo è di 5 euro.

Per prenotazioni e acquisto biglietteria Teatro delle Muse 071 52525 - biglietteria@teatrodellemuse.org. Gli orari della biglietteria sono i seguenti: Giugno, dal lunedì al venerdì dalle ore 9.30 alle 16.30; Luglio, dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 15.30; Agosto, dal lunedì al venerdì dalle 17.00 alle 19.30 e alla Mole un'ora prima degli spettacoli a pagamento.

Per info: uffici del Teatro Stabile delle Marche 392 1909020 info@stabilemarche.it - www.stabilemarche.it ufficio stampa Beatrice Giongo Teatro Stabile delle Marche 335 7550083 giongo@stabilemarche.it






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-07-2012 alle 17:29 sul giornale del 18 luglio 2012 - 779 letture

In questo articolo si parla di teatro, ancona, spettacoli, teatro stabile delle marche, alessandro bergonzoni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/BJR





logoEV
logoEV
logoEV