contatore accessi free

Ponte tra culture: appuntamento a teatro con 'O lavoro, o lavoro'

o lavoro o lavoro 1' di lettura Ancona 26/07/2012 - Spettacolo fatto di frammenti di storie, testimonianze, incontri, interviste con italiani e stranieri che hanno dovuto fare di necessità virtù per poter sopravvivere.

Pur di lavorare in un paese, l’Italia, che non sempre ricorda l’art. 1 della Costituzione, hanno dovuto mettere da parte aspettative, speranze, dignità.Lo spettacolo itinerante andrà in scena per gruppi di 20 spettatori, che verranno accompagnati da 2 persone munite di torce.

Sono 3 gli ingressi a serata, si consiglia la prenotazione a ufficioitalia@pontetraculture.com) Venerdì 3 agosto con 3 ingressi da 40 spettatori ognuno: ore 21.30_22.15_23.00.

Prenotazione obbligatoria: scrivere a ancona@arci.it o ufficioitalia@pontetraculture.com oppure chiamare lo 071 203045 Biglietto unico: € 5,00.

In scena: Josè Luiz Arnez Erias, Marcello Bernacchini, Angelo Ciavarella, Marie Therese Dazin, Zana Dhroso, Fabio Giri, Peppe Iuliano, Cristina Lionelli, Veronica Naspi, Sabeur Mbarek, Okocha Ogbolu Ekene, Igor Pitturi, Andrea Stimilli, Anida Tokrri, Alessandra Vignoni.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-07-2012 alle 18:36 sul giornale del 27 luglio 2012 - 735 letture

In questo articolo si parla di teatro, ancona, spettacoli, ponte tra culture, amo la mole

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/B8x





logoEV
logoEV
logoEV