contatore accessi free

Il Teatro Studio ospita le 'Quattro danze coloniali viste da vicino'

Quattro danze coloniali viste da vicino 2' di lettura Ancona 30/07/2012 - MK - formazione che si occupa di performance, coreografia e ricerca sonora attraversando i più importanti festival della nuova scena - è la protagonista mercoledì 1 agosto ad Amo la Mole - Palcoscenico sul mare rassegna ideata e promossa dal Comune di Ancona con la Regione Marche, la Provincia di Ancona, il Fondo Mole Vanvitelliana e realizzata con il sostegno della Fondazione Cariverona.

Il Teatro Studio ospita alle ore 21.30 Quattro danze coloniali viste da vicino, spettacolo che inaugura anche la quarta edizione di VisionWork-progetto per la danza contemporanea tra workshop e performance, organizzato dall’associazione Hexperimenta in collaborazione con il Comune di Ancona e l’AMAT. Il progetto, ospitato quest’anno all’interno del cartellone di Amo la Mole, è incentrato proprio intorno MK, una delle più interessanti e attualmente importanti compagnie di danza contemporanea italiane.

Tratte dallo spettacolo più ampio Il giro del mondo in 80 giorni dal quale prendono le mosse, queste danze coloniali, vogliono operare nella costruzione di uno spazio reale dove mettere in potenza, il più possibile, episodi di indagine sull'incontro e la distanza tra i corpi, partendo dall'assunto che ciò che è distante è "sempre vicino a qualcos'altro". Il loro oggetto diventa così la negoziazione, l'evoluzione precaria di una condizione locale verso territori non ancora assegnati, l'emergere della realtà del movimento come lavorio costante di traduzione di sé nel circostante. Lo spazio è misurato e attraversato da indagini coreografiche in bilico tra paesaggio puro, questioni legate al trasporto e ricostruzione tormentata dell'esotico in quella che possiamo definire una dimensione coreografica pura.

Al termine dello spettacolo gli artisti saranno a disposizione del pubblico in un incontro moderato da Gloria de Angeli, dottoranda presso l'Università di Bologna in “DisciplineTeatrali – percorso danza”.

Il progetto proseguirà poi con un laboratorio coreografico tenuto da Biagio Caravano, fondatore e danzatore di MK, in cui sarà possibile approcciare in maniera esperenziale la poetica e la dinamica lavorativa di questa compagnia. Il laboratorio, che prenderà l’avvio il 24 agosto, sarà incentrato anch’esso sulle tematiche dello spostamento ed è finalizzato alla realizzazione di una performance, Park, che verrà presentata in urbano il 1 settembre.

Informazioni e biglietti per 4 Danze coloniali viste da vicino: AMAT 071 2072439, biglietteria Teatro delle Muse 071 52525, www.nuovascenamarche.it. La sera di spettacolo biglietteria alla Mole dalle ore 20.30 (tel. 346 3778838).

Info su VisionWork: info@hexperimenta.org, 339 4507203, www.hexperimenta.org.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-07-2012 alle 13:28 sul giornale del 31 luglio 2012 - 896 letture

In questo articolo si parla di teatro, spettacoli, amat marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/Cfv





logoEV
logoEV
logoEV