contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
articolo

Sondaggio sul 'Trasporto pubblico', oltre il 70% lo giudica tra sufficiente e buono

3' di lettura
1193

Ferretti Mancinelli
Arrivano i risultati del sondaggio di qualità sui servizi di trasporto pubblico di Ancona: oltre il 70% lo giudica tra sufficiente e buono. Ma non mancano alcune pecche. Soddisfatti l'assessere alla Mobilità Tamara Ferretti e l'assessore al Traffico Roberto Signorini, nonché la 'Conerobus' rappresentata dal Direttore Fratalocchi e la presidente Valeria Mancinelli.

Dall'indagine seffettuata tra il giugno ed il luglio scorso su un campione di 967 persone porta ad un risultato che rende soddisfatti assessori, ma anche la stessa azienda Conerobus: oltre il 70% delle persone intervistate hanno giudicato il servizio tra sufficiente e buono. In particolare il 41,4 lo giudica sufficiente, mentre per il 33,3 % é buono. "E' un dato significativo - ha affermato l'assessore alla Mobilità Tamara Ferretti - il gradimento tra sufficiente e buono." Si aggiudica un punteggio tra sufficiente e buono anche la puntualità delle corse, così come la frequenza. Ma non mancano le pecche: sulla pulizia a bordo si abbassa l'indice di gradimento: il 17,8 la giudica insufficiente, contro il 34,2 sufficiente e il 22,7 la giudica buona.

Ancora più negativa la visione a bordo per il funzionamento delle attrezzature per i diversamente abili: insufficiente per il 12,7%, mediocre per il 21,4. Solo per il 30% é sufficiente e per un'altro 30% buono. Molto variegato il giudizio sull'acquisto dei biglietti a bordo che parte con un insufficiente per il 18,9%, mediocre per il 21,9%, sufficiente per il 27,4% buono per il 24,7% e ottimo solo per il 7%. Nel complesso, comunque, il servizio risulta positivo per il 41,4% (sufficiente) e per il 33,3% (buono).

"Per quanto concerne gli orari - ha detto la Ferretti -presenti alle fermate degli autobus e non solo c'é una novità: una App sui trasporti pubblici cittadini che permetterà di sapere in ogni momento tra quanto passerà il prossimo autobus in quella fermata o treno disponibile. Tra le richieste, inoltre, si chiedevano maggiori aggiornamenti al sito ed il potenziamento delle linee nei quartieri periferici, ma anche il la possibilità di incrociare maggiormente taxi e mezzi pubblici. Più che critiche - ha aggiunto la Ferretti - sono state avanzate richieste dovute alle varie necessità."

Soddisfatto l'ass. Signorini torna sui "semafori intelligenti" istallati ad Ancona: "Abbiamo ancora fondi per questo progetto per circa 25mila euro, ma abbiamo chiesto alla Regione di potenziare il finanziamento."

"I risultati di questo sondaggio sono eccellenti - ha affermato la neo presidente Valeria Mancinelli - basta confrontarlo con le maggiori città italiane. Stiamo ragionando su come essere più efficienti in una azienda che é già efficiente. Dobbiamo considerare che oggi si scarica su questa azienda i problemi da qui a 20 anni e che le società di trasporti non si reggono tanto sul prezzo del biglietto quanto sui finanziamenti pubblici ed in un frangente di tagli bisogna fare attenzione e soprattutto un buon piano industriale. Quello che incide di più sull'azienda é l'organizzazione del lavoro che determina poi il costo del personale." "Per quanto riguarda i filobus si sceglie di investire - ha concluso la Mancinelli - costano di più, ma ci piacciono." Un argomento quello dei filobus condiviso all'unanimità da azienda ed assessori.

Dello stesso parere sui tagli e risultati positivi del sondaggio il Direttore di Conerobus Fratalocchi: "Nonostante i tagli e il cattivo frangente tra istituzioni e cittadini speriamo che il futuro sia da qui in avanti..."





Ferretti Mancinelli

Questo è un articolo pubblicato il 21-09-2012 alle 21:32 sul giornale del 22 settembre 2012 - 1193 letture