contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Parte il Censimento delle Istituzioni pubbliche: nel territorio dorico oltre 100 le istituzioni pubbliche interessate

3' di lettura
744

Censimento Istat

Parte il Censimento delle Istituzioni pubbliche anche nelle Marche, entro fine anno sarà completata la rilevazione statistica del settore pubblico a livello locale.

Con la riunione tenutasi giovedì presso la Prefettura di Ancona, entra nel vivo anche nella nostra provincia la Rilevazione delle Istituzioni pubbliche, una delle tre indagini previste nell'ambito del 9° Censimento generale dell'Industria e dei servizi. Nel territorio dorico sono oltre 100 le istituzioni pubbliche interessate, oltre 400 sono le istituzioni aventi sede legale e ambito di competenza nelle Marche, mentre a livello nazionale le Istituzioni che saranno censite sono circa 13mila. Nel territorio la rilevazione riguarda tutti gli enti locali, le aziende sanitarie, consorzi e le autorità pubbliche, gli Enti con competenze settoriali in vari ambiti e materie, ed altre tipologie istituzionali, quali le Università, le Camere di Commercio, i collegi e gli ordini professionali, l'Amministrazione regionale. Parteciperanno anche le scuole, la cui rilevazione è però gestita centralmente dal MIUR, analogamente alle sedi periferiche delle Amministrazioni centrali dello Stato. Rispetto ai precedenti censimenti, la Rilevazione sulle istituzioni pubbliche si pone nuovi e importanti obiettivi, puntando a produrre un quadro informativo completo ed approfondito su un settore - quello pubblico - che in Italia risulta non adeguatamente descritto dalle statistiche ufficiali, che non sono sempre in grado di soddisfare le esigenze conoscitive del Paese in materia.

Per questo motivo saranno raccolte informazioni dettagliate su struttura e caratteristiche delle Istituzioni e sui compiti che svolgono, con una particolare attenzione alla loro articolazione territoriale, e a descrivere le principali scelte gestionali e organizzative adottate dalle amministrazioni locali, oltre a fornire una mappa dell’offerta dei servizi pubblici sul territorio. Per la buona riuscita di questa operazione sono fondamentali l'impegno e la collaborazione dei dirigenti e funzionari che ciascuna Istituzione ha designato a fornire all'Istat i dati censuari. Per agevolare il compito dei rispondenti e garantire la raccolta di dati affidabili e di elevata qualità, nell'interesse del territorio, la Prefettura di Ancona e l'Ufficio Regionale di Censimento, costituito presso la Sede Istat per le Marche, hanno promosso due occasioni di confronto tecnico-operativo e di approfondimento metodologico sui contenuti della rilevazione, collaborando all'organizzazione delle riunioni nel solco di una consolidata e proficua tradizione di cooperazione interistituzionale.

In entrambe le occasioni (16 e 18 ottobre) la partecipazione degli operatori pubblici locali è stata ampia e attiva. Il censimento economico in corso comprende anche la Rilevazione Multiscopo sulle Imprese e il Censimento delle Istituzioni non-profit, indagini finalizzate a conoscere la struttura e l'articolazione del settore privato e del terzo settore e condotte, a livello nazionale come a livello locale, in collaborazione tra Istat, Unioncamere e Camere di Commercio, con il supporto di una rete di rilevazione dedicata.

Il Censimento dell'Industria e dei Servizi è il 9° Censimento economico realizzato dall'Istat (il primo ha avuto luogo nel 1951) e chiude una stagione censuaria intensa, avviatasi nel 2010 con il 6° Censimento dell'agricoltura e proseguita nel 2011 con il 15° Censimento della Popolazione e delle abitazioni. Molte delle Istituzioni pubbliche locali intervenute alle riunioni, in particolare i Comuni, la Camera di Commercio, la Provincia, la Regione, la Prefettura stessa sono state protagoniste delle rilevazioni citate e concorrono quotidianamente alla produzione di numerose ed importanti statistiche ufficiali, volte a soddisfare le fondamentali esigenze conoscitive in ambito nazionale e internazionale. Anche in considerazione del notevole impegno richiesto dal complesso delle operazioni censuarie, la Prefettura e l'Istat hanno espresso ai rappresentanti degli Enti intervenuti un vivo apprezzamento per il senso istituzionale e per lo spirito di servizio che dimostrano nell'accingersi ad affrontare anche quest'ultimo impegno sul fronte censuario.



Censimento Istat

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-10-2012 alle 20:49 sul giornale del 20 ottobre 2012 - 744 letture