Primarie parlamentari PD: saranno su base provinciale. Ucchielli: 'Non vogliamo paracadutati'

Ucchielli Palmiro 1' di lettura Ancona 13/12/2012 - "A differenza dei partiti padronali o di quelli del web a noi piace incontrare la gente - così Palmiro Ucchielli segretario regionale del Partito Democratico sintetizza lo spirito delle primarie - ci piacerebbe che anche altri partiti avessero fatto lo stesso".

"Il 29 e 30 dicembre ripetiamo le primarie perché vogliamo cambiare davvero questo paese - Insiste Ucchielli - PdL e Lega hanno voluto impedire una legge elettorale che permettesse ai cittadini di scegliere i propri rappresentanti in parlamento. Le primarie permettono agli elettori di scegliere come se questa legge ci fosse".

Le primarie saranno fatte su base provinciale. Le regole saranno stabilite nei dettagli lunedì 17 nella direzione nazionale del PD. Di certo una quota nelle lista sarà riservata alla direzione nazionale. Qui alcune anticipazioni sul funzionamento delle primarie.

Nella scorsa tornata elettorale il PD ha eletto 5 degli 8 senatori delle Marche e 7 dei 12 deputati della regione. Di questi ben 3 senatori e 2 deputati non sono marchigiani e non hanno alcun legame con il territorio. Questo non piace al segretario regionale che non contesta il diritto della segreteria nazionale di candidare alcuni dirigenti nazionali, ma ritiene opportuno che questi vengano candidati nel loro territorio di appartenenza.


di Laura Rotoloni e Michele Pinto
redazione@viveremarche.it




Questo è un articolo pubblicato il 13-12-2012 alle 23:40 sul giornale del 14 dicembre 2012 - 1670 letture

In questo articolo si parla di michele pinto, politica, ancona, palmiro ucchielli, marche, pd, laura rotoloni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/HfQ





logoEV
logoEV
logoEV